Besagno (Trento)

In Trentino nasce la crema anti irritazioni da mascherina

1' di lettura

Si vedono i primi frutti del bando rivolto alle piccole e medie imprese trentine per sostenere la realizzazione di prodotti e servizi utili per contrastare la diffusione del virus Covid-19 e per limitarne l’impatto sulla vita sociale ed economica. Lo aveva emesso l’estate scorsa Trentino Sviluppo, su richiesta della Provincia autonoma nell’ambito delle misure “Riparti Trentino”: 105 le domande presentate da altrettante aziende, 37 ritenute finanziabili.

Fra queste Voxal Corporation, nata nel 2018 a Besagno, piccola frazione del comune di Mori alle pendici del Baldo . L’idea è stata combinare erboristeria e biotecnologia, mescolando saperi tradizionali e scienza moderna. Il progetto d’impresa, sviluppato dal farmacista Michele Moggio, mira a produrre prodotti per la cura della pelle e della persona secondo processi e standard qualitativi elevati, da settore farmaceutico. Di qui la costruzione di un laboratorio all’avanguardia, con rigidi protocolli di controllo particellare dell’aria, di rilevazione della temperatura e di sterilizzazione quotidiana con i raggi UV. Al suo interno vengono prodotte nove diverse tipologie di creme e gel per tutti i tipi di pelle. Le materie prime impiegate sono sia le erbe tradizionali di montagna, come bardana e cardo mariano, che le proteine prodotte in laboratorio, come i peptidi mimetici. E se l’arrivo della pandemia rischiava di destabilizzare la neonata attività, grazie al supporto del “Bando PMI Covid” Voxal ha potuto specializzarsi nella creazione e testing di una nuova crema idratante lenitiva per far fronte alle irritazioni cutanee causate dall’uso della mascherina e dalla sanificazione frequente delle mani.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti