Coronavirus

Art Dubai rinvia la fiera e miart in standby

L’appuntamento con gli Emirati con un programma local. A Milano, invece, non si esclude un rinvio a nuova data

di Maria Adelaide Marchesoni

default onloading pic

L’appuntamento con gli Emirati con un programma local. A Milano, invece, non si esclude un rinvio a nuova data


4' di lettura

Il propagarsi di nuovi casi di coronavirus in tutto il mondo e il perdurare di una situazione di emergenza sanitaria impone delle modifiche al calendario delle fiere d'arte internazionali. Art Dubai rinvia a data da destinarsi la 14ª edizione della fiera internazionale dell'arte, in programma dal 25 al 28 marzo 2020, ma non rinuncia del tutto all'appuntamento con il mercato dell'arte e istituisce un nuovo programma molto local. In Italia, invece, in questi giorni gli occhi sono puntati sulla prossima edizione di miart in programma dal 17 al 19 aprile che – necessariamente dopo le ultime notizie relative alla cancellazione fino a fine aprile dei voli su Milano da parte delle compagnie aeree americane –, è presumibilmente posticipata. La dichiarazione ufficiale ancora non c’è, ma il nuovo appuntamento dovrà essere in sintonia con le manifestazioni dell'art week milanese e non sovrapporsi ad altre fiere d'arte, come ad esempio ArtBasel a Basilea in programma dal 16 al 21 giugno. Il calendario milanese ha già dovuto fare i conti con il rinvio del Salone del Mobile – la più grande fiera del design del mondo – in agenda dal 21 al 26 aprile che si svolgerà ora dal 16 al 21 giugno 2020. Non si conosce ancora la nuova data di MIA Photo Fair, la prima fiera costretta a subire il rinvio. L'edizione 2020, in programma dal 19 al 22 marzo al The Mall, festeggiava un importante traguardo quello dei 10 anni di attività.

Tornando a Dubai gli organizzatori, i partner e gli stakeholder ritengono infatti che: considerato il ruolo essenziale che la fiera svolge nella promozione degli artisti locali e regionali, abbiamo deciso di mettere in scena un programma su misura per la comunità culturale locale. Il nuovo format è previsto per le stesse date della fiera e presenterà eventi, mostre, conferenze in agenda nel programma di Art Dubai, tra cui presentazioni di gallerie locali e regionali, Global Art Forum, Residence e Campus Art Dubai. Si salva in questo modo l'impegno commerciale, istituzionale e l'ecosistema artistico di Dubai. Per i dettagli del programma bisogna tuttavia attendere.

Tra Europa e gli Stati Uniti
Arco Madrid
è riuscita, invece, a inaugurare la settimana scorsa la 39ª edizione con oltre 200 galleristi provenienti da 30 paesi, in concomitanza con le notizie che sopraggiungevano dall'Italia e il forte calo dei mercati finanziari. Se tutto prosegue senza novità impreviste dalle autorità olandesi, Tefaf aprirà il prossimo 5 marzo a Maastricht, nei Paesi Bassi e proseguirà fino al 15 marzo. Dalla fiera la scorsa settimana si precisavano in dettaglio: “le misure che Tefaf sta prendendo per fornire un ambiente sicuro a tutti gli espositori, i visitatori e al nostro staff, tra queste servizi precauzionali, come servizi di pulizia aggiuntivi per tutto il giorno e la distribuzione e il posizionamento di disinfettanti per le mani in fiera”, oltre a lavorare con un team di pronto soccorso che sarà in diretto contatto con l'ospedale universitario di Maastricht. Di certo la fiera è lunga e sulla durata nessuno può mettere la mano sul fuoco. Nonostante le notizie non confortanti sulla diffusione del coronavirus anche a New York si prepara ad aprire The Armory Show (Piers 90 e 94) con anteprime VIP a partire dal 4 marzo. Rassicurazioni sono giunte dalla fiera lo scorso 25 febbraio, mentre l'altra fiera collaterale situata nell'Upper East Side di Manhattan ADAA Art Show è già in corso. Non sarà facile raggiungere New York in quanto, come già accennato, alcune compagnie aree hanno cancellato i voli da Milano fino ad aprile e gli Usa hanno potenziato i controlli sanitari ai viaggiatori in entrata provenienti dall'Italia, in particolare dalle zone a rischio.

MCH Group
Non c'è tregua per il gruppo svizzero proprietario del marchio ArtBasel costretto a cancellare l'appuntamento di marzo ad Hong Kong e ora deve fare i conti con la situazione in Europa e con le disposizioni emanate in questi giorni dalle autorità federali e cantonali svizzere che vietano di radunare in un luogo più di 1.000 persone. Pertanto MCH Group (il titolo quotato alla borsa svizzera in sintonia con l'andamento dei mercati ha chiuso le contrattazioni il 28 febbraio con un calo dell'8,17% a 18,55 franchi svizzeri) non ha avuto altra scelta e ha deciso di cancellare Baselworld . La più importante mostra di orologi e gioielli al mondo, che avrebbe dovuto svolgersi dal 30 aprile al 5 maggio, è stata cancellata e rinviata al 28 gennaio 2021. Negli ultimi anni la fiera ha registrato una partecipazione in calo e una riduzione consistente del numero degli espositori, tra cui Swatch il più grande cliente della fiera. Nel 2019 la fiera ha attirato circa 81.000 visitatori. Per l'appuntamento con Art Basel nella città svizzera, previsto dal 16-21 giugno, un portavoce ha dichiarato che non ci sono variazioni al programma e che la fiera sta “considerando la situazione seriamente” e si prepara a “prendere tutte le misure necessarie per la sicurezza durante l’evento”. Art Basel / Basel, che festeggia il 50° anniversario, ha appena pubblicato la lista delle 288 gallerie provenienti da 35 paesi, numeri in linea con le precedenti edizioni della fiera. Gli espositori potranno esporre altre opere, non esposte in fiera, nella nuova piattaforma online Viewing Rooms introdotta dopo la cancellazione di Art Basel Hong Kong.

Chi è in agenda
Quale sarà il destino delle altre fiere in programma? Nessuna dichiarazione da parte di PAD Paris Art + Design (1-5 aprile), Paris Photo New York (2-5 aprile), P rinted Matter L.A. Art Book Fair (3-5 aprile), Art Brussels (23-26 aprile), Affordable Art Fair , che ha in programma edizioni consecutive a Bruxelles (20-22 marzo) e New York (26-29 marzo) e Tbilisi Art Fair (14-17 maggio).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...