motorsport

Inaugurata «Casa Brembo» nell'autodromo di Monza

In occasione del GP di Formula Uno (6-8 settembre 2019), Brembo ha inaugurato “casa Brembo”, spazio nel quale il costruttore di impianti frenanti potrà organizzare eventi.

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

La storia del Tempio della Velocità e quella di Brembo si uniscono, ancora. Il circuito Brianzolo, uno dei più antichi d'Europa costruito nel 1922, ha da sempre ospitato l'abitazione del custode, il signor Ferrari, un uomo che ha dedicato la sua vita alla cura di questo olimpo della velocità e che da due anni è andato in pensione. Vedendo questo luogo vuoto, è stato fatto un bando a cui ha partecipato anche Brembo e che ha avuto l'occasione per dargli nuovo lustro.
Dopo circa un anno di lavori, l'immobile è ora pronto per l'inaugurazione che avviene proprio in occasione del GP di Formula Uno, uno degli eventi più importanti e attesi della stagione.
Questo luogo vuole essere un punto di riferimento per l'azienda bergamasca dove poter organizzare eventi sia durante le manifestazioni come il GP o il Rally Monza Show, sia con eventi ad hoc in settimana per i suoi clienti.

Oltre ad essere un'area cara per il suo valore nel motorsport, Monza è anche importante per Brembo in quanto qui vengono utilizzati tanti, tantissimi degli impianti frenanti che escono dalle mani e dalle menti degli ingegneri di Bergamo. Dalla Formula Uno alla Formula E, passando per Rally, Moto GP e Moto E. Brembo è un'eccellenza italiana conosciuta in tutto il mondo e che permette di aumentare le performance dei veicoli a due e quattro ruote.
Infatti, all'interno dell'abitazione sono esposti nella galleria d'arte l'impianto Frenante F1, l'impianto frenante Moto GP, l'impianto frenante Superbike con ruota Marchesini e l'impianto frenante Ducati Panigale V4 con ruota Marchesini. Passando alle quattro ruote, sono presenti l'impianto frenante Formula E, le pinze monoblocco B-M4, B-M6, B-M, il modulo Aston Martin DB11, il modulo Porsche Carrera Turbo con disco in CCB, il modulo Ferrari 312 con disco in CCM, il freno di stazionamento elettrico Alpine A110.
Mentre sulle pareti sono esposte opere artistiche reinterpretate da una serie di illustratori per creare una vera e propria galleria d'arte.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...