Covid

Indennità di quarantena: in Cdm il rifinanziamento del fondo da 900 milioni

La misura potrebbe entrare nel decreto bollette

Covid, l'Inps non paga più quarantena per contatto con positivo

1' di lettura

Arriva il 23 settembre, in Consiglio dei ministri, il rifinanziamento dell’indennità per i lavoratori che restino a casa in quarantena. Lo si apprende da fonti di governo, secondo le quali potrebbero essere stanziati circa 900 milioni per la copertura necessaria.

La misura potrebbe entrare nel decreto bollette

Il lavoro sulla norma sarebbe ancora in corso tra ministeri e Inps, con l’obiettivo di sostenere, come anticipato dal ministro Andrea Orlando, i lavoratori costretti a casa in quarantena e che in questo momento sono senza stipendio. La misura, spiegano diverse fonti, potrebbe entrare nell’ambito del decreto per il taglio delle bollette, ma non è ancora certo. Non è esclusa l’ipotesi un decreto ad hoc, che potrebbe essere basato su due corsie, da un lato tutelare i dipendenti dall’altro scudare i fragili.

Loading...

Attesa nomina Freni, nuovo sottosegretario Mef dopo addio Durigon

Sarebbe inoltre attesa in Consiglio dei ministri la nomina del nuovo sottosegretario al Mef, in sostituzione del dimissionario Claudio Durigon. Federico Freni, 40enne avvocato amministrativista indicato da Matteo Salvini per riempire la casella di sottogoverno, dovrebbe giurare già a palazzo Chigi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti