AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùAbbigliamento

Inditex (Zara) sale a Madrid dopo conti trimestre e conferma target 2022

Saliti nel terzo trimestre utile e ricavi. Conferma le stime anche sulla scorta di un controllo delle spese «rigoroso» e del previsto trend di crescita delle vendite nei negozi e online

di Stefania Arcudi

(Reuters)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Indutria de Diseno Textil, meglio nota come Inditex, ha visto salire nel terzo trimestre utile e ricavi e, anche sulla scorta di un controllo delle spese «rigoroso» e del previsto trend di crescita delle vendite nei negozi e online, ha confermato le stime per l'intero anno. Così il titolo della società, che controlla tra gli altri le catene Zara, Bershka e Oysho, è tra i migliori alla Borsa di Madrid. Guardando ai risultati dei primi nove mesi dell'anno, la società ha riportato profitti netti per 3,1 miliardi di euro, in rialzo del 24%, e ricavi per 23,1 miliardi (+19%), con un incremento del traffico e delle vendite negli store e online. I profitti lordi sono saliti del 19% a 13,5 miliardi, con il margine lordo al 58,7%. L'Ebitda si è attestato a 6,5 miliardi (+20%) e l'Ebit a 4,18 miliardi (+27%).

«In un contesto difficile come quello attuale, questi risultati riflettono chiaramente la forza del nostro modello di business unico: collezioni alla moda, un'esperienza di shopping accattivante e un team fortemente impegnato a raggiungere una crescita redditizia e più sostenibile», ha commentato il Ceo di Inditex, Oscar Garcia Maceiras. Guardando avanti, quindi, il gruppo «continua a vedere solide opportunità di crescita», con le priorità aziendali - rafforzamento della customer experience, focus sulla sostenibilità, proposta di prodotti - che consentiranno di ottenere un miglioramento organico nel lungo termine. Inditex ha quindi confermato le aspettative per il 222, con un margine lordo stabile rispetto all'anno precedente, vendite in crescita del 12% e spese in conto capitale per circa 1,1 miliardi. Inoltre, le vendite online dovrebbero superare il 30% del totale entro il 2024.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti