ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDomande fino al 17 giugno

Scuola infanzia, pronti 159 milioni per ambienti didattici innovativi

Il ministero dell’Istruzione pubblica l’avviso per i finanziamenti per arredi, strumenti didattici e attrezzature digitali. Fino a 75mila a istituto.

di Cl.T.

(© Picture Partners)

2' di lettura

Un finanziamento complessivo pari a 159 milioni di euro per arredi, strumenti didattici e attrezzature digitali nella scuola dell'infanzia. C'è tempo fino al 17 giugno per partecipare all’avviso dal titolo «Ambienti didattici innovativi per la scuola dell'infanzia», pubblicato sul sito del ministero dell’Istruzione. L’obiettivo del bando, finanziato grazie ai Fondi Strutturali Europei (PON e REACT EU), in coerenza con il Pnrr, è quello di promuovere l’innovazione didattica con la creazione, anche nelle scuole dei più piccoli, di ambienti e spazi innovativi, che garantiscano sicurezza, accessibilità, inclusività, flessibilità, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale, e con arredi che consentano la riconfigurazione dello spazio sulla base delle attività di volta in volta previste.

Bianchi: garantiamo l’innovazione

«Con l’utilizzo strategico dei fondi europei vogliamo garantire l’innovazione del sistema scolastico, fin dai primi anni di apprendimento - sottolinea il ministro Patrizio Bianchi -. Innovare la scuola significa non solo costruire nuovi edifici o aule, ma anche rimodulare e ridisegnare gli spazi interni, per consentire una didattica laboratoriale che metta al centro i nostri ragazzi, il loro successo formativo e che consenta di prevenire fenomeni come l’abbandono e la dispersione attraverso una nuova visione della scuola in cui studentesse e studenti sono protagonisti del loro apprendimento».

Loading...

Chi può partecipare

Potranno partecipare all’avviso le istituzioni scolastiche statali con sezioni di scuola per l’infanzia attive, appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Gli interventi dovranno essere realizzati, collaudati e conclusi con tempestività e comunque entro il 31 dicembre 2022. L’importo massimo del finanziamento per ogni istituto è pari a 75.000 euro. Le scuole potranno presentare le proposte progettuali accedendo all'indirizzo http://www.istruzione.it/pon/.

Domande entro il 17 giugno

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è fissato alle ore 12.00 del 17 giugno 2022. Saranno ammesse a finanziamento le candidature regolarmente presentate, fino al limite delle risorse disponibili. Sul sito del ministero verranno pubblicate le graduatorie regionali con l’elenco delle scuole, ammesse al finanziamento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati