ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSalute

Influenza e Covid, si possono contrarre insieme? Ecco quello che c’è da sapere

La coinfezione è stata ribattezzata «flurona», neologismo che viene dalle due parole

di Nicola Barone

"Vacciniamoci contro Covid e influenza, soprattutto se fragili". Lo spot del Ministero della Salute

2' di lettura

Qualcuno ha parlato dell’influenza in circolazione come la peggiore del secolo. Le autorità sanitarie di mezzo mondo vivono una prima fase della stagione fredda con il fiato sospeso quella che è stata definita “tripledemic”, ossia la compresenza, oltre al Covid, di influenza stagionale e bronchioliti e polmoniti infantili causate dal virus respiratorio sinciziale (Rsv). Può succedere che la stessa persona vada incontro a più infezioni assieme?

Evento raro ma possibile (ora di più)

«Un evento di doppia infezione con due virus differenti è un evento raro ma possibile», risponde Massimo Ciccozzi, responsabile dell’Unità di statistica medica ed epidemiologia molecolare del Campus Bio-Medico di Roma. «Non solo è possibile ammalarsi di Covid-19 e influenza contemporaneamente, ma quest’anno può essere più probabile a causa dell’esplosione dei casi di influenza che non si erano visti negli ultimi due anni a causa dell’uso delle mascherine, del distanziamento sociale e altre misure anti-Covid».

Loading...

«Flurona», un neologismo ad hoc

In base alle proiezioni i numeri parlano di una maggiore diffusione dell’influenza, per via dell’eliminazione delle misure di contenimento dei contagi dovuti al coronavirus. «Queste misure hanno tenuto alla larga non solo i virus influenzali ma anche altri virus respiratori come gli SRV, Metapneumovirus e molti altri. Ammalarsi di Covid-19 e influenza insieme diventa un’eventualità più probabile, pur sempre rara». Questa coinfezione è stata ribattezzata «flurona», neologismo che viene dalle due parole da flu (influenza) e corona (coronavirus).

In Israele primo caso documentato

Non è una malattia nuova, ma è la coesistenza di due infezioni in contemporanea nel nostro organismo. «Il primo caso a dicembre 2021 è stato individuato in Israele, su una giovane donna in gravidanza con sintomi simil-influenzali. La donna non era stata vaccinata né contro l‘influenza stagionale né contro il Covid-19».

Stime difficili, sintomi sovrapponibili

Fare una stima di quanti possono essere colpiti dalla doppia infezione, è molto difficile. «Specialmente oggi, poiché i sintomi sono sovrapponibili: tosse, febbre, mal di testa, mal di gola, dolori muscolari e l’unica possibilità di differenziazione è eseguire un apposito tampone». In una recente review su Journal Medical Virology, su 1103 pazienti con diagnosi da Covid-19 solo 6 (0.54%) sono stati diagnosticati con coinfezione con influenza.

In soggetti fragili e anziani rischi aumentati

Dunque in autunno è un’evenienza possibile riscontrare più infezioni simultanee causate da diversi virus respiratori. «Non sempre ma in persone fragili e molto anziane le coinfezioni possono creare complicanze», precisa Ciccozzi. Nessun allarme generalizzato. «Il modo migliore per proteggersi da una rara ma possibile doppia infezione, è vaccinarsi al tempo stesso contro il Covid e contro l’influenza». Questo non esclude certamente la possibilità di infettarsi «ma riduce sicuramente le conseguenze più gravi della malattia».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti