CREATO PER INFOCERT

InfoCert per lo Smart Working. Con il digitale, riparti e competi

default onloading pic


3' di lettura

Un brusco e generale cambio d'abitudini. È questo che l'emergenza sanitaria per la pandemia da coronavirus ha provocato. Anche in ambito business.
Restrizioni alla vita quotidiana e alla mobilità hanno reso lo smart working l'unica possibilità concreta di mantenimento della piena operatività per aziende e professionisti, spesso alle prese con dubbi e tentennamenti su scelte tecnologiche da compiere rapidamente.
Quale il primo passo, dunque?

Meglio puntare su strumenti digitali già previsti dalle normative e pienamente collaudati.
Come le soluzioni di «trust digitale» ideate da InfoCert per imprenditori e professionisti: attivabili agevolmente e direttamente online, abilitano infatti a una gestione ottimale dello smart working.
I benefici sono immediatamente percepibili in diversi ambiti dell'attività aziendale o consulenziale, ancor più se tali soluzioni vengono adottate in modo organico e integrato tra di loro.

Ma quali sono, in concreto, questi vantaggi?

Pensiamo alle relazioni con fornitori e clienti: si possono concludere accordi e transazioni con pieno valore legale, senza necessità di incontri di persona o strette di mano.
I professionisti, ad esempio, possono gestire mandati, deleghe e sottoscrizioni dei bilanci dei propri clienti, con la firma digitale di InfoCert ottenibile dal proprio dispositivo grazie al Video Riconoscimento via web.
Parimenti, le imprese - grazie alla Posta Elettronica Certificata - possono tracciare gli ordini o sottoporre offerte economiche ai clienti con pieno valore legale impossibile da garantire con una “semplice” email.

Senza dimenticare che si può gestire – sempre da remoto e anche via mobile – ogni fase di formazione dei contratti, dalla stesura della bozza alle successive modifiche, fino alla loro stipula, grazie a una piattaforma di collaborazione online tanto innovativa quanto semplice da usare.


Ma le soluzioni di trust digitale di InfoCert sono anche il modo più rapido, comodo e sicuro per comunicare con la Pubblica Amministrazione, ad esempio per formulare richieste in relazione alle misure stabilite con il Decreto Cura Italia per contenere le ripercussioni economiche dell'emergenza sanitaria.
In materia di agevolazioni fiscali, con un'identità SPID è possibile accedere al portale INPS per richiedere e ottenere la sospensione dei termini di adempimenti e versamenti fiscali e contributivi.
Con la firma digitale si può sottoscrivere il modulo specifico o l'autocertificazione per usufruire della sospensione di finanziamenti, prestiti e mutui: documentazione da inoltrare alla banca via PEC in modo da certificarne anche l'invio. E accedere così al Fondo Gasparrini, il Fondo di solidarietà per mutui prima casa.

Ma i vantaggi non sono solo per imprenditori e professionisti.
Le soluzioni digitali vanno in aiuto anche di tutti quei lavoratori che, in possesso dei requisiti previsti, possono beneficiare delle misure a sostegno del lavoro e della famiglia: il Bonus Baby-sitter, l'indennità L. 104/92 COVID-19 e i congedi COVID-19, la copertura oneri per malattia sono richiedibili sempre accedendo al portale INPS tramite SPID.

I benefici per i datori di lavoro sono tangibili anche nella gestione dei dipendenti, un aspetto ancora più importante e delicato in questa fase di incertezza e di collaborazione a distanza.
Possono essere formulate online le domande per cassa integrazione, assegno ordinario e CIG in deroga, accedendo nuovamente al portale INPS mediante servizio SPID e specificando la causale “COVID-19 nazionale” nell'istanza.
E, visto che in questo periodo indicazioni e istruzioni per l'operatività aziendale si susseguono con frequenza, la Posta Elettronica Certificata consente di impartirle al personale con la “ufficialità” del valore legale.
Non ultimo - dotando i dipendenti di firma digitale per sottoscrivere ordini, richieste, preventivi e qualsiasi documento interno - la continuità del business è assicurata al 100%.

Con il digital trust, infine, si garantisce lo svolgimento da remoto e con pieno valore legale di Consigli d'Amministrazione e Assemblee degli Azionisti, in ogni fase dei meeting, dalla preparazione alla loro conclusione. E tutto ciò in conformità alle novità introdotte dall'articolo 106 del Decreto-Legge “Cura Italia” in merito alle modalità d'approvazione dei bilanci.

Mediante messaggio PEC viene diramata la convocazione agli aventi diritto di partecipazione, con inoltro automatico al sistema di conservazione. Successivamente, con la Firma Elettronica Qualificata si raccolgono presenze e (ove consentite) deleghe, in quest'ultimo caso ricorrendo però anche all'apposizione di una Marca Temporale Qualificata. E, come ultimo step, il verbale della riunione viene sottoscritto digitalmente e inviato via PEC a tutti gli aventi diritto, inclusi gli assenti.

Sono già tante le aziende e gli studi professionali che hanno scelto le soluzioni InfoCert per lo smart working. Vuoi farlo anche tu? Visita la pagina infocert.it/ripartidigitale e scegli lo Smart Working Pack più adatto alle tue esigenze!

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti