Calzature d’autore

Ingrid Incisa di Camerana firma scarpe gioiello per valorizzare ogni outfit

Una collezione interamente realizzata in Italia, nel calzaturificio più antico di Vigevano, con pellami esistenti in ottica sostenibile

di Paola Dezza

3' di lettura

Una vita cosmopolita trascorsa in gioventù tra le ambasciate di Caracas e Buenos Aires, al seguito del padre, l’ambasciatore Ludovico Incisa Di Camerana, e poi una vita in giro per il mondo che la porta a vivere negli ultimi anni tra Atene e l’isola di Spetses, dove dice ha avuto la fortuna di rifugiarsi durante lo scorso lockdown. L’amore per l’eleganza, esclusiva ma eclettica, ha portato Ingrid Incisa Di Camerana a disegnare una propria linea di calzature. Una avventura iniziata dapprima per necessità e poi continuata anni dopo per passione.

Gli inizi

«Ero ad Atene anni fa e non trovavo la scarpa dei miei desideri, non esisteva l’ecommerce così come lo conosciamo ora, così ho deciso di disegnarla da sola» dice.

Loading...

La start up di scarpe gioiello nasce però nel 2019, interamente disegnata da Ingrid, mentre la sorella Ludovica si occupa di marketing e vendite.

Una collezione che ogni stagione si arricchisce di nuove forme gli otto modelli di base, i più richiesti, che si moltiplicano per fantasie e colori. Disegnati da una mano creativa ed esuberante, come si intuisce già dalle prime battute della nostra conversazione, abituata a gestire rapporti internazionali, dato che è stata impegnata per più di 15 anni in missioni filantropiche e umanitarie per la Croce Rossa italiana insieme a Maria Pia Fanfani.

La nuova collezione

Per l’estate imminente i sandali si vestono di fucsia, verde intenso, oro e fantasie colorate. «Sono scarpe che possono valorizzare qualunque vestito - spiega -. La collezione prende forma dal sodalizio con uno dei più antichi calzaturifici di Vigevano, quel Martinoli Caimar che ha inventato il tacco a spillo per Coco Chanel. E dato che sono appassionata di gioielli, ho trasferito questo mio interesse nei modelli delle scarpe».

Ingrid ama la fabbrica, l’odore del pellame, i magazzini con materiali archiviati e da riscoprire e portare a nuova vita. «È la mia passione - dice - dedicarmi alla ricerca di particolari materiali. Per questo ho deciso di cercare di usare quello che la fabbrica ha in magazzino, con una scelta sostenibile per evitare consumi inutili. Preferisco lavorare partendo da quello che offre il magazzino».

Un prodotto Made in Italy e sostenibile

Una scelta che si inquadra in un percorso di sostenibilità che vuole arrivare a evitare scarti. «Passo intere giornate a cercare tra pile di materiale. Quando lascio Vigevano tirano un sospiro di sollievo» racconta ridendo con l’entusiasmo contagioso che riesce a trasmettere. Da qui prendono forma anche le “limited edition”.

I modelli dell’estate 2021 nascono durante il lockdown e sono un inno alla vita e ai colori. Sono otto i nuovi modelli introdotti, anche con nuove tipologie di tacchi, come quello da 5 centimetri.

Una produzione interamente Made in Italy, dal materiale alla confezione. «Il nostro è un artigianato da valorizzare» dice ancora Ingrid.

La collezione è presente nei più grandi magazzini di lusso di tutto il mondo, da Bloomingdale in Kuwait e Qatar alle boutique europee e italiane, sulle isole greche come Mykonos e Idra, fino all’hotel Quisisana a Capri.

E per il 2022? Una anticipazione inaspettata. «Ho disegnato, e non mi sarei mai aspettata di farlo in vita mia, delle espradillas nei colori dell’arcobaleno, anche questo prodotto tutto Made in Italy». Una tendenza quella di queste scarpe basse di corda che a sta accomunando anche grandi brand.

Perché questo lungo lockdown certamente ci ha lasciato il desiderio di outfit comodi con cui muoversi durante il giorno e anche la sera.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti