honda sh350

Iniezione di potenza per il re degli scooter

Il best seller made in Italy si rinnova con un motore più potente ed Euro 5

di Gianluigi Guiotto

default onloading pic

Il best seller made in Italy si rinnova con un motore più potente ed Euro 5


2' di lettura

Nell’edizione 2021 il più grande della famiglia Sh di Honda – l’Sh300 (al quarto posto nella classifica degli scooter più venduti nel 2020) – cresce di cilindrata, passando da 279 a 330 cc, e prende il nome di Sh350i: ora il suo monocilindrico eSP+ (enhanced Smart Power+), 4 valvole, raffreddato a liquido, soddisfa la normativa Euro 5. Con i centimetri cubi in più crescono potenza e coppia, per una spinta più sostenuta su tutto l’arco di giri: la potenza massima, infatti, passa a 28,3 cv, 3 cv in più rispetto alla versione precedente, ma soprattutto la coppia ora è di 32 Nm a 5.250 giri, ben 6,5 Nm in più rispetto al modello precedente. Il nuovo Honda (sempre made in Italy) aumenta così la famigliarità con l’autostrada, visto che arriva a 134 km/h effettivi e percorre 200 metri con partenza da fermo in 10,2 secondi, 0,7 secondi in meno dell’Sh300.

Pur con l’aumento delle prestazioni, l’Sh350i mantiene – sulla carta – consumi ridotti: Honda dichiara 30 km/l (nel ciclo medio Wmtc) che, considerando il serbatoio da 9,1 litri, significano oltre 270 km di autonomia. Resta confermato il controllo di trazione Hstc (Honda selectable torque control), molto utile su asfalto viscido (in collaborazione con l’Abs che sorveglia i tre dischi freno da 256 mm): rileva eventuali differenze di velocità tra ruota anteriore e posteriore (entrambe sempre da 16 pollici), calcola il rapporto di slittamento e poi controlla la coppia erogata dal motore attraverso il sistema d’iniezione elettronica per evitare che la ruota posteriore pattini. La stabilità è sempre da riferimento anche grazie al telaio che è stato rivisto a fondo e pesa 1 kg in meno (con il pieno l’Sh350i pesa 174 kg). A far dimenticare buche e pavè pensano la forcella telescopica con steli di 35 mm e i doppi ammortizzatori posteriori regolabili nel precarico che lavorano insieme con il forcellone in alluminio pressofuso. In città, poi, si apprezza particolarmente il raggio di sterzo di 45° offerto dal manubrio: si manovra facilmente anche in spazi angusti, con entrambi i piedi che poggiano terra visto che la sella è a 805 mm da terra.

Loading...

La dotazione di serie è interessante: presa Usb di tipo C per ricaricare lo smartphone, cruscotto lcd sdoppiato, e Smart-Key che, oltre a permettere di avviare il motore senza chiave fisica e aprire/chiudere i vani, consente anche di gestire il bauletto da 35 litri: con la Smart-Key in tasca e premendo un tasto, si può aprire il bauletto che poi si blocca quando il conducente accende il motore o si allontana.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti