ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla risposta della vicepresidente gnecchi

Inps: «Che si vedano dati di altri non è accettabile. Verifiche in corso»

La vicepresidente Gnecchi: «Fatto gravissimo. A quanto mi risulta il disguido è avvenuto solo per 5 minuti. Stiamo verificando». La risposta ai disguidi segnalati dai lettori: accesso alle pagine di altri utenti

di Fr.Ba.

default onloading pic
(ANSA)

La vicepresidente Gnecchi: «Fatto gravissimo. A quanto mi risulta il disguido è avvenuto solo per 5 minuti. Stiamo verificando». La risposta ai disguidi segnalati dai lettori: accesso alle pagine di altri utenti


2' di lettura

«Che si vedano dati di altri non è accettabile. A quanto mi risulta il disguido è avvenuto solo per 5 minuti. È comunque un fatto gravissimo e stiamo verificando».
Così risponde alle proteste degli italiani alle prese con le richieste del bonus da 600 euro Maria Luisa Gnecchi, vice presidente dell’Inps, durante il videoforum del Sole 24 Ore.

Valanga di proteste
Tra le numerose segnalazioni arrivate al Sole 24 ore - oltre alle difficoltà di accesso, all’impossibilità di inserire il Pin, o di accedere alla pagina per il servizio - quelle più numerose e indignate riguardano i casi in cui inserendo i propri dati si è invece avuto accesso alle pagine di altri utenti, con la possibilità di modificare i dati personali e privati di altri, completamente visibili dal numero di telefono alle richieste per la maternità.
«Come molti altri sto cercando di autenticarmi sul sito INPS tramite SPID. L'unica volta che ci sono riuscito sono entrato nell'area personale DI UN'ALTRA PERSONA A ME SCONOSCIUTA!». È solo una delle segnalazioni arrivate alla casella di posta elettronica del Sole 24 Ore.

Inps: non è un click day
La vicepresidente Gnecchi ha ribadito che la richiesta del bonus da 600 euro non viene fatta con la modalità di un click day. «Il Governo - ha sottolineato - e il presidente Tridico, hanno detto più volte che le risorse ci sono per soddisfare tutte le richieste, Chiedo agli italiani di non avere fretta negli accessi al sito: nessuno che ha diritto ad avere un bonus resterà senza aiuti» ha concluso Gnecchi.

Per approfondire
Bonus 600 euro, il sito dell'Inps va in tilt. Tridico: «100 domande al secondo». Attese 5 milioni di richieste. «Ma non c'è urgenza»
«Ecco perché nessuno perderà il bonus». Le risposte dell'Inps ai quesiti degli utenti

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...