previdenza

Inps, contributi invariati per le colf, aumentano per contributori volontari artigiani e commercianti, scendono per le partite Iva

di Matteo Prioschi


default onloading pic
(Kadmy - Fotolia)

3' di lettura

Restano invariate rispetto all’anno scorso le fasce retributive su cui calcolare i contributi dovuti all’Inps per il lavoro domestico. È lo stesso istituto di previdenza a comunicarlo nella circolare 13/2017 pubblicata oggi con cui ha fornito l’aggiornamento annuale riferito al 2017.

In realtà il parametro di riferimento per le variazioni delle fasce di retribuzione è negativo (-0,1%) ma, in base a quanto stabilito dalla legge di Stabilità 2016, in questi casi deve essere portato a zero. Dunque le fasce di riferimento e i relativi contributi non cambiano.

I contributi per le colf

Visualizza

Peraltro proprio nei giorni scorsi è stato ufficializzato anche l’aggiornamento dei minimi retributivi previsti dal contratto collettivo di settore. La variazione è minima, perché l’indice di riferimento in quel caso è cresciuto dello 0,1 per cento. Rispetto agli anni scorsi l’Inps nella circolare ha aggiunto una precisazione, in risposta alle domande arrivate dalle sedi territoriali, per quanto riguarda i casi di regolarizzazione a integrazione di un rapporto di lavoro domestico già denunciato per più di 24 ore a settimana. Se, per esempio, viene presentata una domanda di regolarizzazione per integrare le ore di un collaboratore per il quale sono state già pagate almeno 25 ore per settimana, deve essere matenuto il calcolo della quarta fascia contributiva, quella riferita all’orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali.

Sul fronte del lavoro domestico, nei giorni scorsi Fidaldo, la Federazione italiana datori di lavoro domestico, è intervenuta sul tema dei voucher in occasione di un’audizione alla Commissione lavoro della Camera dei deputati. Nel settore, che conta 1,8 milioni di laoratori tra regolari e irregolari, nel 2015 sono stati venduti 5 milioni di voucher.

Per evitare un utilizzo improprio di questo strumento, ha affermato Andrea Zini a nome della Federazione, «occorre tornare al concetto di occasionalità, così come originariamente previsto dalla riforma Biagi. Solo un’equilibrata combinazione di limitazioni, di importo e temporali, può garantire che i voucher vengano effettivamente usati per retribuire prestazioni a carattere straordinario e non, come invece molto spesso accade, in sostituzione di un regolare contratto di lavoro”. La soluzione proposta è introdurre un limite di 2mila euro all’anno per i datori di lavoro domestico, da spendere in un massimo di 3 mesi e non superando la soglia di 30 giorni.

I contributi volontari

Visualizza

Con la circolare 12/2017, sempre pubblicata oggi, l’istituto di previdenza ha anche aggiornato i parametri e le aliquote per i lavoratori dipendenti non agricoli, gli autonomi e gli iscritti alla gestione separata che versano i contributi volontari. Anche in questo caso l’adeguamento correlato all’andamento dell’inflazione di riferimento è zero. Le uniche novità derivano dalla variazione delle aliquote di riferimento che per gli artigiani e commercianti crescono dello 0,45%, come già previsto dalle norme in vista del raggiungimento progressivo del 24% che sarà il valore di riferimento a regime.  Per i titolari e i collaboratori con più di 21 anni, l’aliquota quest’anno è del 23,55% per gli artigiani e del 23,64% per i commercianti.

Scende, quale conseguenza della legge di bilancio 2017, l’aliquota per le partite Iva iscritte in via esclusiva alla gestione separata. Dopo anni di blocco temporaneo al 27% (per impedire l’aumento al 33% previsto dalla legge 92/2012) è stata fissata in via definitiva l’aliquota al 25 per cento. Di conseguenza, a fronte di un minimale invariato a 15.548,00 euro, i contributi minimi annuali quest’anno sono pari a 3.887,04 euro invece dei 4.197.96 dell’anno scorso.

Invece crescono, al pari dell’aliquota che passa dal 31 al 32%, quelli dovuti da collaboratori e figure assimilate iscritti alla gestione separata Inps.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...