PREVISIONI per le non quotate

Inrev, nel 2021 previsti 64 miliardi di flussi Germania e Francia più «attraenti» di UK

La pandemia non sembra scoraggiare la propensione a investire delle società immobiliari non quotate, ma si cercano opportunità più vicine (in patria o nei Paesi vicini). Allocazioni medie sotto i target. Bene residenziale, uffici e industriale/logistica (quest’ultimo è il solo segmento per cui dall’estero si guarda all’Italia)

default onloading pic
(Pascale Gueret - stock.adobe.com)

4' di lettura

Primo effetto Brexit sul Real Estate. Per la prima volta dal 2007, Germania e Francia superano Londra e UK come destinazione top degli investimenti immobiliari delle società non quotate. Dei 55,4 miliardi di euro di investimenti previsti per quest’anno, quasi la metà (26,5 miliardi di euro) sarà impegnata nel settore immobiliare europeo. All’Italia si guarderà quasi esclusivamente per gli asset industria e logistica. Gelo, per ora, in tutta Europa, sul retail. Sono i tratti distintivi del consueto...

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati