assemblea assistal

Installazione impianti, business in calo dell’8%. Il settore scommette sul superbonus 110%

Il presidente Assistal Angelo Carlini: «La nuova misura potrebbe rappresentare un volano di sviluppo, nonostante una serie di criticità nell’accesso» 

di Redazione economia

default onloading pic
(AdobeStock)

Il presidente Assistal Angelo Carlini: «La nuova misura potrebbe rappresentare un volano di sviluppo, nonostante una serie di criticità nell’accesso» 


2' di lettura

Nel 2020 il mercato europeo dell’installazione di impianti registra una perdita ci circa l’8% e l’Italia si conferma secondo mercato impiantistico». Angelo Carlini, presidente di Assistal - l’associazione che rappresenta le imprese specializzate nella progettazione, fornitura, installazione, gestione e manutenzione di impianti tecnologici, servizi di efficienza energetica (Esco) e facility management - venerdì 30 ottobre ha aperto i lavori dell’assemblea ordinaria 2020 della sua associazione ricordando «la “tempesta perfetta”, causata in marzo-aprile da un doppio shock di domanda e offerta» ma anche sottolineando i segnali di ottimismo.

Superbonus 110% sarà volano di sviluppo

Seppur in una sequenza di dati negativi, infatti, all’interno della filiera delle costruzioni il settore degli impianti e dei servizi di efficienza energetica registra perdite meno significative rispetto ad altri segmenti. «Il dato più incoraggiante - ha aggiunto Carlini - è che resta in atto una forte richiesta di riqualificazione energetica degli impianti: sarà questo il driver di sviluppo che ci consentirà di riprendere forza e vigore». A cominciare «dalle opportunità derivanti dal superbonus del 110%, che potrebbero rappresentare un volano di sviluppo, nonostante una serie di criticità nell’accesso alla misura».

Loading...

Attesi 50 miliardi l’anno di investimenti green

Carlini ha ricordato che secondo il modello presentato dal Sistema Confindustria per una transizione energetica gli investimenti stimati si attestano ad oltre 50 miliardi l’anno fino al 2030. Questi investimenti contribuiranno a una crescita del PIL dello 0,5% ogni anno e ad oltre 5 milioni di posti di lavoro nei settori della green economy.

Assistal oggi rappresenta circa 1.500 imprese, con un fatturato annuo di circa 13 miliardi di euro e circa 60mila dipendenti; le imprese aderenti rappresentano oltre il 30% del mercato delle costruzioni e manutenzioni degli impianti tecnologici, nonché il 75% dell’offerta di Facility Management (servizi integrati agli edifici ed alle infrastrutture) ed il 90% della domanda pubblica di servizi energetici.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti