ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùConsulenza

Intellera sbarca a Salerno e ingaggia 180 talenti in un nuovo centro sulla cybersecurity

Il progetto è realizzato in collaborazione con PwC e con l’università campana. L’obiettivo della società è quadruplicare i ricavi in questo ambito

di Cristina Casadei

2' di lettura

Per 180 giovani neolaureati e laureandi dell’Università di Salerno si sta aprendo la strada per un futuro al lavoro sulla sicurezza informatica, un tema che per le imprese ha assunto sempre maggiore rilievo con la digitalizzazione. Ad aprire la strada è Intellera consulting, in collaborazione con PwC, che ha deciso di rafforzarsi sulla cybersecurity e di aprire un centro dedicato all’interno dell’università di Salerno che troverà la sua sede nell'antico Monastero “ex-Immacolata Concezione”. Qui i 180 giovani lavoreranno fianco a fianco con i professionisti di Intellera su programmi nazionali e internazionali in ambito Digital Transformation, Data Science, Ricerca e Innovazione, con un focus specifico sulla Cybersecurity nell’ambito del progetto “The Nest”.

A raccontare la centralità della sicurezza informatica, tanto nelle imprese quanto nella Pa sono, tra gli altri, i dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, secondo cui nel 2021 il mercato ha raggiunto di 1,55 miliardi di euro, in crescita del 13% rispetto al 2020, con un 60% di grandi organizzazioni che prevede aumenti del budget per la cybersecurity. Per Intellera la cybersecurity é il più recente ambito di investimento e registra la più forte accelerazione, con un presidio di competenza che impiega 50 consulenti, e un aumento del 50% delle assunzioni nel solo primo anno. Un rinforzo determinato in particolare dall’aggiudicazione di una gara per un consorzio di sicurezza informatica, di cui Intellera é capofila. Oggi, per la società, la cybersecurity vale circa 2 milioni di euro di fatturato, ma l’obiettivo è quadruplicare i ricavi da questo ambito, fino ad arrivare a oltre 8 milioni di euro entro fine anno, con prospettive di grande espansione nei prossimi mesi, per rispondere ai fabbisogni del mercato e alle richieste di sicurezza informatica e data protection di Pa e imprese.

Loading...

La crescente importanza della cybersecurity emerge anche dalle nascita dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN) e dal fatto che il Pnrr prevede nelle sue diverse missioni investimenti per 623 milioni di euro da destinare a presidi e competenze di cybersecurity nella Pa, oltre a fondi per la ricerca e la creazione di partenariati su temi innovativi, tra cui la sicurezza informatica. E proprio in ambito Pnrr, l’Università di Salerno è capofila di un programma nazionale sulla Cybersecurity . L’ambito in cui si svilupperà la collaborazione è il progetto “The Nest – Abilitare la crescita investendo nei talenti”, realizzato da Intellera Consulting in collaborazione con PwC che prevede l’attivazione di tirocini curriculari ed extracurriculari e contratti di apprendistato professionalizzante con possibilità di assunzione a tempo indeterminato per laureati e iscritti ai corsi di laurea dell’Università degli Studi di Salerno.
Per il Rettore dell’Università degli Studi di Salerno Vincenzo Loia si tratta «di una bella opportunità di crescita per i nostri giovani», mentre Giancarlo Senatore, amministratore delegato di Intellera Consulting racconta il progetto come «un ponte tra mondo universitario e del lavoro per la formazione e l’inserimento qualificato di giovani talenti, che hanno l’occasione di operare su progetti nazionali e internazionali. E anche per chi vorrà tornare a lavorare al Sud».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti