Sport

Inter, che crescita per i ricavi. Ma i top club sono ancora lontani

a cura di Datasport


1' di lettura

La vetta è ancora lontana ma il cammino intrapreso è quello giusto. Ieri l’assemblea dei soci ha ratificato l’esercizio di bilancio chiuso al 30 giugno 2018, in perdita di 17,7 milioni: un miglioramento rispetto ai 24,5 dell’esercizio precedente.  Da quando alla guida c’è il Gruppo Suning i conti dell’Inter sono in crescita: al netto del calciomercato i ricavi sono di 288 milioni circa, in miglioramento del 7% rispetto al 2017 mentre il valore della produzione per la società nerazzurra è migliorato del 9%, salendo a 346 milioni. Si tratta di un primato: l’ultimo risultato così positivo risale all’anno del Triplete, il 2009/10 mentre per le perdite un gap così vicino al pareggio non si vedeva dal 2002/03. I ricavi da gara sono cresciuti del 21% così come gli abbonamenti: +16%.  L’area commerciale ha fruttato 131 milioni grazie a una crescita dei regional sponsor, soprattutto in Cina, che passano da 74 a 96 milioni. I nerazzurri si sono messi all’inseguimento della Juventus e anch’essi puntano allo sviluppo oltre confine ma i top club sono ancora molto lontani: nel 2017-18 il Real Madrid è stato il club con il fatturato (al netto delle plusvalenze) più alto, pari a 751 milioni, e con Barcellona e Bayern punta al miliardo mentre la Juve è a quota 411.  Ma la famiglia Zhang, che finora ha investito già 474 milioni, ha in mente un progetto di lungo respiro che punta a una crescita costante e continua nei prossimi 3-5 anni lavorando su tutti i settori, incluso il progetto di uno stadio di proprietà. 

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...