ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAPPROVATO DECRETO

Intercettazioni, più poteri al pubblico ministero

Il pubblico ministero recupera spazio nella selezione del materiale intercettato rilevante per lo svolgimento dell'attività d'indagine

di Giovanni Negri

Intercettazioni, ecco cosa cambia

Il pubblico ministero recupera spazio nella selezione del materiale intercettato rilevante per lo svolgimento dell'attività d'indagine


1' di lettura

Alla caccia di equilibrio tra esigenze di tutela della privacy e necessità investigative. Il decreto legge approvato dopo una riunione fiume del Consiglio dei ministri modifica in maniera significativa la disciplina delle intercettazioni. E lo fa cambiando in più punti la riforma Orlando del 2017, di fatto mai entrata in vigore perché sgradita all'attuale ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e anche ai capi delle principali Procure.

Il decreto così disciplina la fase di passaggio dalla vecchia alla nuova disciplina, stabilendo che quest'ultima si applicherà ai procedimenti penali iscritti a partire dal 29 febbraio 2020, evitando quindi di sottoporre la medesima inchiesta a regole diverse di svolgimento delle intercettazioni.

Il pubblico ministero recupera poi spazio nella selezione del materiale intercettato rilevante per lo svolgimento dell'attività d'indagine, sottraendolo a quella valutazione che la riforma Orlando affidava alla polizia giudiziaria e che molte perplessità aveva sollevato. Sarà però il Pm, a questo punto, a dovere evitare che nei verbali finiscano espressioni che danneggiano altre persone e comunque incidano su dati personali sensibili.

Tutto il materiale, in ogni caso, confluirà in un archivio digitale istituito presso ogni Procura, al quale potranno avere accesso gli avvocati difensori, con possibilità di ottenerne copia.

Per quanto riguarda infine i trojan, il decreto legge ne sdogana la portata espansiva, ammettendone il valore probatorio anche per reati non oggetto di autorizzazione all'utilizzo del captatore informatico e tuttavia compresi nell'elenco di quelli per i quali il trojan si sarebbe potuto utilizzare.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti