Il protocollo

Intesa Istruzione-Beni culturali per portare l’audiovisivo nelle scuole

Destinatari i ragazzi dagli 11 ai 15 anni e i loro docenti. Sperimentazione al via in 10 istituti di altrettante città italiane

di Redazione Scuola

(Nikolay N. Antonov - stock.adobe.com)

2' di lettura

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e quello della Cultura, Dario Franceschini, hanno presentato insieme sui canali sociali del Miur “Uniti per la scuola”, un’iniziativa di formazione sperimentale ideata da Unita-Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo, in collaborazione con l’Accademia del Cinema Italiano-Premi David di Donatello e “Alice nella Città”, e che verrà promossa in 10 scuole di diverse città italiane. La sperimentazione, rivolta a studenti dagli 11 ai 15 anni e ai docenti, ha l’obiettivo di individuare nuove prospettive didattiche grazie all’incontro di pedagogisti e interpreti del mondo del teatro e dell’audiovisivo con docenti e studenti, attraverso l’utilizzo di tecniche teatrali e cinematografiche, inserite in un’adeguata cornice pedagogica.

Il progetto

La sperimentazione prevede un metodo integrato di apprendimento artistico-pedagogico, da utilizzare in maniera interdisciplinare, ri-posizionando lo studente al centro di un processo in cui l'esperienza del sapere si sostituisca all’accumulo nozionistico, attivando risorse creative e immaginative, per appropriarsi dei contenuti didattici attraverso diversi “processi di apprendimento” che possano affiancarsi alla didattica classicamente intesa.

Loading...

Il ruolo dei due ministeri coinvolti

«Questa visione anche plastica della nostra presenza assieme - ha detto Bianchi rivolgendosi a Franceschini - dà l’idea del protocollo che firmiamo oggi, di come si costruiscano assieme questi due pilastri della vita civile che sono l’istruzione e la cultura».
«L’iniziativa in sè - ha spiegato da parte sua Franceschini - è molto importante e si colloca in un filone che stiamo facendo insieme, l’obiettivo è abituare le persone a consumare cultura o ad avvicinarsi alla cultura e questo non può che passare attraverso la scuola. Oggi compiamo un passo in quella direzione».
«Adesso - ha detto invece Piera Detassis, Presidente e Direttrice artistica dell’Accademia del Cinema Italiano-Premi David di Donatello, - ci uniamo al progetto Uniti per la scuola: è un segnale che stiamo cambiando anche la didattica del cinema ma anche che il David è definitivamente cambiato, non è più solo strumento di promozione ma anche di formazione».

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati