ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFINANZA

Intesa Sanpaolo apre a Torino il Digital Hub contro i crimini finanziari

Al Consorzio aderiscono Università e Politecnico di Torino oltre al Center for Artificial Intelligence, istituto di ricerca sull’AI partecipato dalla Banca

di Filomena Greco

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

Nasce come un consorzio focalizzato sulla prevenzione dei crimini finanziari attraverso algoritmi e Intelligenza artificiale e guarda all’Europa e alla futura Autorità dell’Unione europea per il contrasto al riciclaggio. L’iniziativa fa capo a Intesa Sanpaolo che ha annunciato la costituzione a Torino dell'Anti Financial Crime Digital Hub, che vedrà come soci Intesa SanpaoloInnovation Center, l'Università di Torino, il Politecnico di Torino e CENTAI, il Center for Artificial Intelligence, nuovo istituto di ricerca dedicato all'intelligenza artificiale partecipato dalla Banca.

Saranno una trentina gli esperti di Intesa assegnati al Consorzio, con un budget annuale stimato dall’istituto di credito in circa due milioni di euro. Il modello di operatività dell’hub, che aspira a diventare un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per il contrasto del riciclaggio e del terrorismo in ambito finanziario, si basa su challenge a cui parteciperanno ricercatori e docenti del sistema universitario di Torino.

Loading...

L’impiego di modelli matematici e dell'intelligenza artificiale consentirà all'AFC Digital Hub di sviluppare soluzioni innovative per individuare fenomeni sospetti riconducibili o attività illecite. L'ambito di analisi dell'Hub sarà focalizzato sui fenomeni legati al riciclaggio e al contrasto del terrorismo e in futuro potrebbe estendersi anche alle situazioni di abuso di mercato e di frodi.

Nel Cda entra come presidente Piero Franco Maria Boccassino, Group Chief Compliance Officer di Intesa Sanpaolo. Siederanno Stefano Geuna, Rettore dell'Università di Torino, Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino, Francesco Bonchi, direttore scientifico di CENTAI, Maurizio Montagnese, Presidente di Intesa Sanpaolo Innovation Center, Massimo Proverbio, Chief IT Digital Innovation Officer di Intesa Sanpaolo, Raffaele Cosimo, Responsabile della Direzione Centrale Anti Financial Crime di Intesa Sanpaolo. Direttore generale sarà Valerio Cencig, Responsabile Compliance Digital Transformation di Intesa Sanpaolo.

«Con la firma dell'atto costitutivo di AFC Digital Hub abbiamo dato inizio a un percorso che ci porterà a collaborare in sinergia con alcune eccellenze italiane in ambito scientifico, tecnologico e accademico nella lotta ai crimini finanziari digitali, purtroppo in costante crescita in tutto il mondo» sottolinea Carlo Messina, Consigliere Delegato e ceo di Intesa Sanpaolo.

Intanto Torino e il Piemonte si candidano a possibile sede per la nuova Autorità europea Antiriciclaggio e per il Contrasto al Finanziamento del Terrorismo che l'Ue ha annunciato, con operativià a partire dal 2023. Regione e Comune daranno vita ad un Comitato promotore presieduto da Alberto Perduca, già procuratore aggiunto di Torino e procuratore di Asti, con competenze in materia di antiriciclaggio. Il ruolo di vicepresidenti sarà ricoperto dal presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e dal sindaco di Torino Stefano Lo Russo, special advisor sarà Gian Carlo Caselli.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti