AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùBorsa

Intesa Sanpaolo a livelli pre Covid, i broker puntano sul nuovo piano

La solidità patrimoniale e la qualità degli attivi potranno consentire all'istituto di crescere ancora. Atteso un miglioramento della redditività e una generosa politica dei dividendi

di Cheo Condina

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) -Intesa Sanpaolo viaggia in controtendenza a Piazza Affari mentre partono i ragionamenti del mercato e degli analisti sul nuovo piano industriale che verrà presentato il 4 febbraio. In più c'è il tema del rialzo dei tassi Fed e in generale dei rendimenti sul mercato che vede l'istituto tra i più favoriti nelle cosiddette analisi di sensitivity. Dai minimi toccati a fine novembre il titolo ha recuperato il 21% e sfiora ormai i livelli pre Covid. A contribuire al rialzo del titolo è anche un report di Morgan Stanley, che ha alzato il target price del titolo a 3,3 euro con rating overweight, mettendolo tra i nuovi Top Pick europei. I motivi? In estrema sintesi la banca d'affari esamina le leve a disposizione di Intesa per migliorare la redditività e tra queste vede la crescita del Vita nel comparto bancassurance, costi più bassi e un costo del credito di 35 punti base che potrebbero spingere il ritorno sul capitale tangibile 2024/2025 all'11% pur restituendo il 50% circa della propria capitalizzazione agli azionisti incluso il buy back.

«Intesa non è mai stata così ben capitalizzata e mostra un Npl ratio che è calato a livelli record, questo mentre per la prima volta l'istituto detiene una quota di mercato di oltre il 20%, il doppio rispetto ai competitor», aggiunge Morgan Stanley, che sottolinea come il titolo salirà ancora se la banca saprà mantenere le promesse in termini di ritorni del capitale. Infine il tema dei tassi, nei confronti del cui incremento - spiega la casa d'affari Usa - Intesa Sanpaolo è tra le banche più sensibili in Europa. «Nelle nostri ipotesi di base non abbiamo incorporato un rialzo dei tassi - sottolineano gli esperti - ma le nostre analisi di sensitività ci dicono che un aumento di 50 punti base può portare a un incremento del 15-20% del consensus 2023, permettendo di alzare le stime sul Rote di 130 punti base». Sul mercato circola inoltre un altro report firmato da SocGen, che sottolinea come il 4 febbraio, oltre al piano, verranno diffusi anche i conti del quarto trimestre e di tutto il 2021. Secondo la banca francese, il business plan si concentrerà su un miglioramento della performance operativa e della profittabilità, su dividendi generosi in linea col passato e su possibili operazioni straordinarie di restituzione del capitale ai soci. Per questo viene mantenuto il rating hold con incremento del target price da 2,6 a 2,65 euro. Anche Barclays, in un report dedicato alle banche italiane, sottolinea come Intesa Sanpaolo sia la sua scelta preferita del settore e che la presentazione del piano industriale può favorire il titolo: per questo ha rating buy e target price a 3,1 euro.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti