ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFinanza immobiliare

Intrum, Zenith e Sagitta sgr creano un fondo Utp

L’avvio dell’operazione, per un valore nominale di circa 160 milioni di euro, che vedrà quattro tra le principali banche italiane agire come investitori. Il target 2022 è arrivare a 600 milioni, con un «cap» di 1,5 miliardi nel 2023

di Laura Cavestri

(SB Arts Media - stock.adobe.com)

1' di lettura

Intrum Italy, Sagitta Sgr e Zenith Service hanno finalizzato la creazione di Utp Italia, fondo innovativo che coniuga lo strumento della cartolarizzazione con quello del fondo di investimenti alternativo multi comparto riservato a investitori professionali, specializzato nella gestione di crediti Unlikely to pay (derivanti principalmente da mutui e finanziamenti erogati a Pmi e famiglie). È stato firmato l’accordo quadro che definisce l’avvio dell'operazione, per un valore nominale di circa 160 milioni di euro, che vedrà quattro tra le principali banche italiane agire come investitori nel fondo.

L’obiettivo per il 2022 è di raggiungere i 600 milioni di euro di conferimenti addizionali, con un target “cap” di 1,5 miliardi di euro nel 2023. Il prodotto presenta caratteristiche innovative per il mercato italiano, con focus di investimento su grandi portafogli di crediti Utp, sia garantiti che non.
Il Fondo Utp Italia è dotato anche di un comparto di direct lending, il cui capitale sarà raccolto sempre presso investitori istituzionali, con l’obiettivo di erogare finanziamenti a sostegno delle aziende debitrici.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati