startup

Investitori italiani in Terra Venture Partners

di Monica D'Ascenzo


default onloading pic

1' di lettura

Ci sono anche investitori italiani nel fondo di terra Venture Partners, società Israeliana che ha fra i propri fondatori l’italiano Astorre Modena, managing partner, trasferitosi in israele nel 2001. Fra i nostri connazionali che hanno voluto puntare sulla Startup Nation ci sono family office e corporate, tutti con un interesse prevalentemente industriale.

La società affianca al fondo di venture capital un incubatore per startup, cosa che gli ha permesso di essere selezionata per il programma di incubatori dello stato israeliano. Il programma permette al fondo un meccanismo di co-investimento con l’Israel Innovation Authority nella misura di uno a sei: per ogni 100mila euro investiti dal fondo in una startup l’organo governativo israeliano investe nell’ordine di 600mila dollari. Al fondo, poi, va una quota di capitale fra il 30 e il 50%, mentre l’authority non entra nell’azionariato, ma vede ripagato il proprio investimento con una royalties pari al 3% del fatturato della società. «Lo stato ci ha concesso una licenza di otto anni, ma potranno esserci delle proroghe» spiega Modena, aggiungendo: «Abbiamo in portafoglio 23 aziende e la prima exit potrebbe essere conclusa nel 2019».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...