ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùgestioni immobiliari

Invimit lancia un fondo di immobili per la terza età

Il prodotto parte con un portafoglio di sei immobili conferiti da Inps

di Paola Dezza

default onloading pic
(New Africa - stock.adobe.com)

Il prodotto parte con un portafoglio di sei immobili conferiti da Inps


2' di lettura

La pandemia che ha sconvolto le nostre vite sta cambiando molte formule assodate del vivere e dell’abitare. In primis ha evidenziato i casi di totale solitudine in cui gli anziani, la parte della popolazione più esposta al virus, hanno dovuto accettare di vivere. In questo contesto Invimit, la Sgr del ministero dell’Economia e delle Finanze, ha deciso di accelerare per lanciare un fondo immobiliare dedicato al real estate per la terza età.

Il fondo “I-3 Silver” si focalizza su formule dell’abitare del senior housing, un modello residenziale che ha preso piede nel Nord Europa dagli anni 70 e sta arrivando da noi.

L’idea è di convertire edifici standard in residenze adatte a una popolazione non più giovane, che in alcuni casi necessita di assistenza anche medica. La componente di servizio diventa infatti sempre più rilevante, dal parrucchiere alla palestra, dal ristorante fino alla telemedicina.

Il portafoglio del fondo parte con sei asset conferiti da Inps - che è il quotista di riferimento -, immobili esistenti che un tempo erano adibiti a colonie estive per bambini. Questi edifici sono stati scelti grazie a un algoritmo che ha individuato la vicinanza a ospedali, ma anche a centri commerciali e attività ricreative, come cinema, ristoranti. Tra gli immobili ci sono quindi l’ex colonia marina “Alberoni” di Venezia, un complesso immobiliare di 5mila mq situato al Lido, i due edifici storici della Villa Pullè di Chievo (Verona) e il complesso immobiliare di Fano, nelle Marche, “Convitto Vittoria Colonna”, situato a poca distanza dal centro storico della cittadina e dalla riviera. Edificato nel 1935 si distribuisce su 12.000 mq. Ultime tre strutture sono l’ex colonia Rosa Maltoni Mussolini in Abruzzo, il complesso “Villa Primazzina”, nel comune di Lerici, ex colonia marina estiva immersa nel verde, in posizione panoramica con vista sull’intero Golfo Spezzino, e infine l’ex convento di San Luca di Spoleto.

Chiaramente sono tutti edifici che vanno ristrutturati in chiave adatta a una clientela anziana, che potrebbe anche avere bisogno di controlli medici costanti. Un modello che, per esempio, si sta diffondendo in altri Paesi europei, prevede all’interno delle abitazioni apparecchiature che consentono il continuo monitoraggio dell’ospite, anche sul fronte di alcuni parametri medici. Al momento Invimit sta conducendo un’indagine proprio per capire quale sia il modello più adatto da lanciare.

Il primo step prevede investimenti pari a 60 milioni di euro, parte di un processo di valorizzazione più ampio. Il Fondo i-3 Silver rientra nel più vasto progetto lanciato da Invimit denominato “Silver House” per realizzare un modello di valorizzazione degli asset pubblici in chiave senior sempre più in grado di cogliere le richieste provenienti da questo segmento di clientela.

Riproduzione riservata ©
  • Paola Dezzavice caposervizio

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...