ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùgrandi operazioni

Real estate: Invimit, Starwood Capital guarda al fondo Dante

Si chiude oggi la prima tranche da 245 milioni di euro del fondo immobiliare della Sgr del ministero dell’Economia

di Paola Dezza

default onloading pic

Si chiude oggi la prima tranche da 245 milioni di euro del fondo immobiliare della Sgr del ministero dell’Economia


2' di lettura

L'ok alla commercializzazione era arrivato a febbraio e adesso dopo mesi di incontri e trattative è il momento di partire. Invimit renderà noto nei prossimi giorni chi dei grandi investitori real estate è pronto a sottoscrivere le quote del fondo Dante. Oggi l’apertura delle buste con le offerte. La prima tranche vale 245 milioni per arrivare a 500 a regime. Il Sole24Ore è in grado di anticipare l’indiscrezione che a sottoscrivere le quote del fondo potrebbe essere Starwood Capital, qualche voce sostiene da solo, altre in abbinata ad altri soggetti.

Alla gara avrebbero partecipato attivamente una trentina di soggetti. A loro la scelta di sottoscrivere solo quote o tutta la totalità del portafoglio. Il pacchetto del fondo messo insieme da Invimit è costituito da 22 asset per un totale di circa 76.600 mq. Il 66% del valore del portafoglio è investito in immobili con destinazione d’uso residenziale, 12 immobili per un valore totale di 168 milioni e una superficie totale pari ad oltre 48mila mq, localizzati principalmente nei centri storici di Milano (45% del valore del patrimonio residenziale) e Roma (26%). Come l’edificio di 2.860 mq di via Borsi nella capitale. Questi immobili sono prevalentemente occupati, con un tasso di occupancy pari al 59%.

Loading...

La parte terziaria è composta da 10 asset da 86 milioni (circa 28.600 mq). In questo caso per l’81% sono situati nel centro storico di Roma e sono occupati all’82%. Tra gli asset anche una piattaforma commerciale a Bologna e un albergo in via Nazionale a Roma.
Tra gli immobili di assoluto pregio inizialmente menzionati come parte del portafoglio, ma che rientreranno probabilmente nella prossima tranche, ci sono edifici a Roma, come quello in Largo Arenula, a Venezia in Calle Emo, a Padova in Piazza delle Erbe e a Genova in corso Italia.

Invimit ha in portafoglio 1,5 miliardi di euro di immobili, di cui solo 500 milioni in uso governativo, e pertanto esclusi da eventuali operazioni. Il fondo Dante avrà una durata di una quindicina d’anni e prevede due classi di investitori, gli anchor con quote da 50 milioni, mentre per gli altri la quota minima è di dieci milioni. Gli investitori potranno costituirsi, per la prima volta, anche in formula di club deal.


Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati