Podcast

Io sono libero, storia di un condannato a morte

Derek Rocco Barnabei e la sua storia: una ricostruzione documentata da testimonianze e audio originali della vicenda giudiziaria del 33enne italo-americano giustiziato dallo Stato della Virginia il 14 settembre 2000 con l’accusa di stupro e omicidio nel podcast originale di Alessandro Milan per Radio24

2' di lettura

Norfolk, Virginia. Nel settembre 1993 il cadavere di una ragazza di 17 anni viene trovato nel fiume Lafayette. Si chiama Sarah Wisnosky. Nel maggio 1995 un giovane italo americano, Derek Rocco Barnabei, fidanzato di Sarah, viene condannato a morte per lo stupro e l'omicidio della ragazza. Sono questi gli elementi di un caso giudiziario che era destinato a non lasciare traccia.

Nel 2000 la storia diventa una vicenda di portata mondiale, grazie a Radio 24, che decide di seguire gli ultimi mesi di vita di un condannato a morte. In quell'anno un giovane Alessandro Milan, che lavorava nella redazione dei programmi della neonata Radio 24, inizia a seguire il caso.

Loading...

Tutto nasce da un'intervista a Barnabei, da cinque anni nel braccio della morte. Si dichiara innocente, vittima di un complotto giudiziario. Chiede, da un carcere in Virginia, di potere avere una voce che gli è stata negata per anni. Radio 24 diventa la sua casa. Inizia così a Radio 24 un viaggio di sei mesi nel caso Barnabei e nel sistema della pena capitale. Attraverso decine di interviste, telefonate, colloqui, Alessandro Milan segue passo passo gli ultimi mesi di vita del condannato. Oggi questa storia e i suoi due protagonisti – il condannato Barnabei e Alessandro Milan - è diventata un podcast originale di Radio 24 dal titolo “Io sono libero – Storia di un condannato a morte”.

“Per questa storia all'epoca arrivai a piangere, travalicando così quella linea sottile del distacco che un giornalista deve sempre mantenere. – dichiara Milan - Per 20 anni mi sono chiesto se Barnabei fosse davvero innocente, poi ho capito che non era la domanda giusta da porsi. Per gli innocenti, o i colpevoli, la pena di morte comunque è una risposta sbagliata”.

Io sono libero è il racconto di una vicenda reale. Attraverso gli audio dell'epoca, le voci, le risate, i pianti dei protagonisti, la rievocazione di due straordinarie dirette dal braccio della morte, con la narrazione di Alessandro Milan, il podcast originale in uscita il 23 giugno su Radio 24.it propone una riflessione sulla pena capitale, un mondo in cui migliaia di persone sono costrette al silenzio, alla privazione di umanità, alla solitudine, in attesa dell'esecuzione.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti