ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla prova

iPhone 11, perché anche quest’anno sarà il più venduto

Definirlo l'iPhone entry level, o il fratello minore delle versioni Pro, è ingeneroso. Come successo con l’Xr, probabilmente sarà il più venduto

di Biagio Simonetta


iPhone 11, 11 Pro e 11 Max Pro, chi vince?

2' di lettura

Un anno fa, di questi tempi, scommettevamo sul fatto che iPhone XR sarebbe stato l'iPhone più venduto della gamma 2018. Un mix di considerazioni, con in testa il prezzo decisamente più vantaggioso rispetto ai modelli XS e XS Max, ci aveva convinto.

Oggi, un anno dopo, abbiamo pochi dubbi: le orme di iPhone XR saranno seguite da iPhone 11. E le ragioni sono sempre le stesse, con la variabile prezzo che conta moltissimo. iPhone 11 costa mediamente 350 euro in meno di iPhone 11 Pro. Una cifra abbastanza pesante, per chi deve acquistare uno smartphone.

Ma come va iPhone 11? E perché potrebbe essere il best buy di Apple per quest'anno?

Definirlo l'iPhone entry level, o il fratello minore delle versioni Pro, è ingeneroso. Nelle due settimane di test (abbiamo provato il modello con 256 GB di memoria, il più capiente), iPhone 11 si è comportato da autentico top di gamma. E del resto, anche se più economico rispetto ai modelli Pro, questo iPhone è un top di gamma anche in fatto di prezzo.

La fluidità di iOS 13 è ottima, grazie al chip A13 bionic che è montato su i nuovi modelli lanciati da quest'anno. Le risposte, in termini di prestazioni, sono pressoché identiche agli iPhone Pro. E c'è un dettaglio che addirittura lo rende migliore dei suoi fratelli più costosi: le dimensioni del display (e quindi dell'intero smartphone).

Nonostante iPhone 11 abbia un pannello LCD Liquid Retina HD (ormai un oltraggio alla tecnologia, per un telefono da oltre 800 euro), e gli Oled Super Retina XDR montati sugli iPhone 11 Pro siano decisamente di un'altra categoria, le dimensioni di iPhone 11 si fanno preferire. I 6,1 pollici risultano il giusto compromesso fra i 5,8 dell'iPhone 11 Pro (per alcuni troppo piccolo) e i 6,5 dell'11 Max (per altri troppo grande).

Oltre alle dimensioni, abbiamo preferito iPhone 11 ai modelli pro per un altro aspetto legato al design che riguarda le fotocamere posteriori. Nonostante le performance siano inferiori ad iPhone Pro (che con tre fotocamere ha anche un sensore dedicato al teleobiettivo), la doppia fotocamera (e non tripla) sulla scocca posteriore, influenza in modo molto più tenue l'aspetto posteriore dello smartphone. Le geometrie, insomma, risultano migliori.

A proposito di fotocamera, gli scatti offerti dal doppio sensore (da 12 mpx) sono in linea con le aspettative. Gli iPhone Pro, sotto questo aspetto, hanno una marcia in più dovuta al terzo sensore. E le differenze si vedono tutte quando le condizioni di luce non sono ottimali o il soggetto da fotografare non è molto vicino. Ciononostante, se non avete esigenze particolari, la fotocamera di iPhone 11 è più che sufficiente, e lotta bene con gli smartphone top di gamma del mondo Android.

La batteria conferma le attese. iPhone XR era stato il miglior iPhone 2018 per performance riguardanti la durata di una carica. Apple ha cambiato registro, lavorando molto sui modelli Pro e Pro Max, ma iPhone 11 ci consente di arrivare fino a sera senza troppi problemi. Per un utilizzo normale, va ricaricato una volta al giorno come la stragrande maggioranza degli smartphone in commercio.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...