Storia

iPhone è nato per “colpa” di un manager di Microsoft odiato da Steve Jobs

di L.Tre.

(REUTERS)

1' di lettura

Mettiamola così: iPhone non sarebbe mai esistito se il co-fondatore di Apple, Steve Jobs, non avesse odiato un manager della Microsoft. Questo l’aneddoto raccontato da Scott Forstall e riportato dalla rivista online americana Cnet. Il creatore del sistema operativo mobile di iPhone martedì durante un evento al Computer History Museum di Mountain View ha raccontato che il progetto iPhone è nato dopo una chiacchierata con Steve Jobs irritato dai piani di Microsoft di voler realizzare un tablet con un pennino. Secondo l’ex manager di Apple che per la prima volta parlava in pubblico dopo aver lasciato l’azienda di Cupertino nel 2012, Steve Jobs dopo un incontro con l’uomo di Microsoft andò da lui spronandolo a dimostrare al mondo come le dita e quindi il touch fossero l’interfaccia migliore per governare i contenuti su tablet. La reazione di Forstall fu quella di aumentare gli sforzi. In quegli anni il suo team stava lavorando sul progetto iPad. Fu lo stesso Job a chiedere dopo aver visto una demo del funzionamento del touch di «ottimizzare il software per gestire un device delle dimensioni di un telefono». Fu così che il progetto tablet nato prima venne messo in cantiere e uscì prima iPhone. Per la cronaca iPad nacque nel 2010, tre anni dopo il lancio dello smartphone.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti