l’architetto dell’accordo sul nucleare

Iran, Rouhani respinge le dimissioni del ministro degli Esteri Zarif


default onloading pic
Mohammad Javad Zarif (Epa)

2' di lettura

Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, si è dimesso.
Lo ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale Irna citando un portavoce, confermando il post che lo stesso Zarif ha pubblicato su Instagram, comunicando la sua volontà di uscire dal governo presieduto da
Hassan Rohani.

Zarif è stato uno dei protagonisti nel raggiungere l’accordo sul nucleare iraniano del 2015 con le potenze mondiali ma è stato attaccato da estremisti anti-occidentali dopo che gli Stati Uniti hanno revocato l’accordo lo scorso maggio e ripristinato le sanzioni che erano state abolite. Zarif ha offerto le sue «scuse» per la sua «impossibilità di continuare il suo servizio» senza, però, offrire alcuna motivazione immediata. In ogni caso, l’accordo negoziato nel 2015 sembra ora sul punto di collasso dopo che il presidente Donald Trump ha ritirato l’America l’anno scorso. Il presidente iraniano, Hassan Rouhani, ha però respinto le dimissioni del suo ministro degli Esteri.

Proprio ieri Zarif aveva fatto appello agli ambienti conservatori perché accettassero il varo di due leggi che puntano a mettere in regola Teheran con le normative antiriciclaggio per combattere il finanziamento al terrorismo e il crimine organizzato transnazionale previste dall’organizzazione intergovernativa Gruppo d'azione finanziaria internazionale (Fatf), per poter così mantenere aperti i canali commerciali e bancari con il resto del mondo nonostante le sanzioni americane. Ma lo schieramento conservatore teme che queste norme possano mettere a repentaglio il sostegno iraniano a diverse milizie all'estero, prime fra tutte quelle di Hezbollah in Libano. Oggi anche la Guida suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, ha criticato l'insistenza di esponenti governativi - tra cui appunto Zarif - per l’approvazione di queste norme antiriciclaggio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...