Medio Oriente

Isaac Herzog è il nuovo presidente di Israele

Eletto in prima votazione, batte l’altra candidata Miriam Peretz

Israele, nuova coalizione potrebbe spodestare longevo Netanyahu

3' di lettura

Isaac Herzog è il nuovo presidente di Israele. Lo ha eletto oggi in prima votazione la Knesset con 87 voti. L’altra candidata Miriam Peretz ha avuto 26 voti. Herzog - attuale presidente dell’Agenzia ebraica ed ex leader dei Laburisti, nonché figlio di un precedente presidente di Israele - prende il posto, come undicesimo presidente di Israele, di Reuven Rivlin che tuttavia resterà in carica fino al 9 luglio.
Gli astenuti durante la votazione sono stati 7. La maggioranza avuta da Herzog è stata una delle maggiori finora.

La prima dichiarazione: «Sarò presidente di tutti, costruiremo ponti»

«Sarò il presidente di tutti. Darò ascolto a qualsiasi posizione e a qualsiasi persona». Sono state queste le prime parole del nuovo presidente. Herzog ha quindi sottolineato l’importanza di costruire «ponti e accordi tra di noi», ovvero all’interno della società israeliana, e «con i nostri fratelli e sorelle della diaspora». «Accetto su di me la pesante responsabilità che mi avete affidato. Accetto il privilegio di servire l’intero popolo israeliano», ha proseguito. Citato dal quotidiano Haaretz, Herzog ha ammesso che «le sfide sono grandi e non devono essere sottovalutate. È essenziale curare le ferite sanguinanti della nostra società. Dobbiamo difendere la posizione internazionale di Israele e il suo buon nome tra le nazioni». Inoltre, ha aggiunto, è necessario «combattere l’antisemitismo e l’odio verso Israele» oltre che «proteggere i pilastri della nostra democrazia». Avversario di Benjamin Netanyahu nelle elezioni del 2015, Herzog ha quindi auspicato di «poter lavorare con qualsiasi primo ministro e con qualsiasi governo».

Loading...

Le congratulazioni di Netanyahu

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si è congratulato con il presidente eletto. «Mi congratulo con Isaac Herzog per la sua elezione a presidente e gli auguro un grande successo a nome dei cittadini di Israele», ha detto Netanyahu. «Ringrazio Miriam Peretz per la sua candidatura e sono certo che continuerà a contribuire alla società israeliana come ha fatto per tutta la vita», ha aggiunto il premier israeliano.

La sconfitta Peretz: «Il successo di Herzog sarà il successo del Paese»

Miriam Peretz, la candidata outsider che ha perso la corsa alla presidenza di Israele, ha augurato buona fortuna a Isaac Herzog, dicendo che chi ha voltato per lui ha fatto «una scelta onorevole». Dicendo di pregare per la sua buona riuscita alla guida di Israele, Peretz ha affermato che «il suo successo è il mio successo e il successo di tutto il mio Paese».

Chi è Isaac Herzog

Isaac Herzog, 61 anni, è nato a Tel Aviv. Ha assunto la guida del partito laburista nel 2013, riportando la questione della pace con i palestinesi al centro del suo programma. È un esponente dell’elite israeliana. Suo padre Chaim Herzog è stato il sesto presidente d’Israele e suo nonno Yitzhak HaLevi Herzog il rabbino capo d’Irlanda e poi del mandato britannico in Palestina, mentre suo zio Abba Eban è stato il ministro degli Esteri di Golda Meir. È nipote del primo rabbino capo ashkenazita di Israele, Isaac Herzog, da cui prende il nome. Suo fratello Michael è un generale di brigata dell’Idf in pensione. Sua zia Suzy era la moglie dell’ex ministro degli Esteri Abba Eban.

Isaac Herzog è stato più volte ministro - Welfare, Diaspora, Edilizia pubblica e Turismo - ma non ha mai guidato dicasteri di primo piano. Avvocato benestate, a capo di uno dei migliori studi di Israele fondato da suo padre, è un ex ufficiale dell’intelligence. Uomo pacato, ha accusato il premier Benjamin Netanyahu di aver trascinato il Paese «in uno stato d’isteria» isolandolo internazionalmente. Nel 2015 si è presentato al voto alla guida dell’Unione Sionista, un’alleanza con Tzipi Livni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti