ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCasamicciola Terme

Frana a Ischia, una donna la prima vittima accertata. Prefetto: ritrovati 8 dispersi. I sindaci: una tragedia

Dall'alba si è abbattuto sull’isola un nubifragio causando allagamenti e smottamenti. Auto trascinate in mare. I sindaci ai cittadini: non uscite di casa. Coordinamento soccorsi in Prefettura a Napoli, annullata la prima del San Carlo

Aggiornato alle ore 16:45 del 26 novembre 2022

Frana a Ischia, le immagini dei Vigili del Fuoco

7' di lettura

È una donna di circa 30 anni la prima vittima accertata della frana che all'alba di oggi, 26 novembre, intorno alle 5, ha messo in ginocchio il centro abitato di Casamicciola Terme, nell’isola di Ischia. Il corpo è stato individuato e recuperato in piazza Maio, dove è stata trascinata dal fango. Si tratta di una delle prime zone battute dai soccorritori. Lo riferiscono fonti delle Forze dell'ordine. Non è ancora nota la sua identità. Stamattina il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini aveva parlato di «otto morti accertati», mentre il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi parla di una «situazione è molto grave, al momento ci sono alcuni dispersi, si tratta di persone sotto il fango che quindi non rispondono alle chiamate, è possibile che ci siano altre vittime, ma è da accertare”.

Prefetto Napoli: trovati 8 dispersi, ricerche per altri 10

Nel pomeriggio, il prefetto di Napoli, Claudio Palomba ha annunciato il ritrovamento di 8 persone inizialmente ritenute disperse a causa della frana. “Otto dispersi sono stati trovati, tra cui un bambino, e abbiamo ancora una decina di dispersi”, ha spiegato alla stampa al termine della riunione del Centro coordinamento soccorsi, a Napoli.

Loading...

In attesa di un bilancio più preciso, da registrare il trasferimento all’ospedale Cardarelli di Napoli di un uomo di 60 anni ferito nella frana, e il suo ricovero in prognosi riservata nel reparto Trauma center. L’uomo ha riportato un politrauma da schiacciamento: trasportato in un primo momento all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, è stato poi trasferito sulla terraferma nell’ospedale napoletano. Altre due persone ferite sono ricoverate al Rizzoli per ferite di minore gravità e non in pericolo di vita. All’ospedale Rizzoli è stato portato anche il corpo senza vita della donna al momento unica vittima accertata.

“Stiamo chiudendo l’atto amministrativo operativo per richiedere lo stato di emergenza” -già sollecitato in mattinata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca - ha confermato invece Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione civile. “Nelle prossime ore - ha aggiunto definiremo lo scenario di rischio e sarà individuata la zona rossa”. Curcio ha sottolineato che “l’attività è in corso, si stanno cercando dei dispersi e di definire meglio lo scenario. Si lavorerà anche nelle ore notturne con i fari, ma questo non aiuta l’azione operativa oggi già particolarmente difficile per le condizioni meteo”.

Secondo una prima stima fornita dal prefetto gli sfollate a Ischia a causa della frana saranno circa 200, 80 delle quali già portate via in mattinata al palazzetto dello sport di Lacco Ameno. In serata il numero è destinato a salire a 150-200 persone. Quasi tutte le famiglie della cosiddetta zona rossa dovrebbero essere collocate in strutture alberghiere.

Il governo è pronto a fare la sua parte dopo la tragedia di Ischia. Così la premier Giorgia Meloni lasciando la sede della Protezione Civile a Roma, dove è rimasta a lungo videocollegata con il Centro di coordinamento soccorsi allestito alla Prefettura di Napoli. Meloni ha assicurato la preallerta per tutti i ministri in vista di un eventuale Consiglio dei ministri da convocare d’urgenza.

Mezzi di soccorso e della Protezione civile nella zona colpita dalla frana a Casamicciola, sull’Isola di Ischia /foto Reuters/De Luca)

Soccorsi, Piantedosi: in campo 70 vigili e 20 mezzi

Per i soccorsi “sono operativi 70 uomini dei vigili del fuoco e una ventina di mezzi tra mezzi aerei, elicotteri, droni e mezzi di movimento terra - ha spiegato il ministro Piantedosi ai microfoni del Tg3. “È difficile fare arrivare i mezzi di soccorso per le condizioni meteo avverse sia via mare che via aerea, ora è importante non congestionare, sarà necessario intervenire anche nei prossimi giorni”, ha chiarito.

Difficoltà confermate dal sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino: ”È una tragedia - racconta - a causa del maltempo sul territorio isolano di Ischia abbiamo anche altre situazioni di difficoltà localizzate, ma per fortuna in questo caso non di particolare gravità, come allagamenti e altre situazioni trattabili ed arginabili».

In segno di lutto il Teatro San Carlo di Napoli, in accordo con il Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il Sindaco Gaetano Manfredi, anche in qualità di presidente della Fondazione, ha comunicato l'annullamento dell'opera inaugurale “Don Carlo” prevista per oggi, 26 novembre, alle ore 17,00.

Almeno 100 persone isolate, senza acqua e luce

Attualmente nella zona di via Celario, a Casamicciola, si stima che siano almeno 30 le famiglie intrappolate nelle proprie case e che sono senza acqua e senza luce. Si tratta in totale di circa 100 persone che devono essere ancora raggiunte. La strada che porta alle loro abitazioni, via Santa Barbara, è attualmente impraticabile per il fango, i massi e i detriti che la ostruiscono e si sta provando a liberarla con diverse macchine movimento terra e idrovore.

Sui luoghi del disastro avvenuto stamane sono arrivate tutte le Forze dell'ordine e le associazioni di Protezione civile del territorio. Da Napoli sono in arrivo uomini e macchine movimento terra dei vigili del fuoco, mentre in Prefettura è attivato un coordinamento per i soccorsi al quale partecipa anche il presidente della regione Campania, Vincenzo de Luca. “La Difesa si stringe alle famiglie colpite dalla frana di Ischia, Casamicciola e alle comunità locali, ringraziamo i sindaci, tutte le forze dell'ordine e i vigili del fuoco per il grande lavoro che stanno facendo. Le Forze Armate sono pronte ad unirsi al lavoro”, scrive su Twitter il ministro della Difesa, Guido Crosetto.

Case travolte dal fango. Ritrovata famiglia con neonato

È stata nel frattempo ritrovata la famiglia con il neonato, all’inizio dato per dispersa: «è in procinto di andare in ospedale. Le strutture sanitarie sono state attivate da subito». Lo ha reso noto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, riferendo alla stampa sulla situazione. Al momento, ha aggiunto, i dispersi sono 12. Non si hanno notizie di una famiglia composta da padre, madre e due bambini che abitano a monte di Piazza Maio, nella zona interessata in pieno dalla frana e non ancora raggiungibile da parte dei mezzi di soccorso.

Inoltre, da ieri sera i residenti della zona di Casamicciola interessata dalla frana non riescono a mettersi in contatto con due immigrati che lavorano in un'attività commerciale della zona. L'area è stata completamente sepolta dal fango. Inutili i tentativi dei residenti di chiamare sui cellulari dei due uomini. In un video diffuso sui social si vede un uomo semisommerso dall'acqua e dal fango, fino al dorso, vicino a un palo di ferro come ancora di salvezza, nel momento del suo imminente salvataggio a Casamicciola. L'uomo parla con i soccorritori, che gli dicono di non muoversi perché stanno per raggiungerlo.

Frana Casamicciola: il salvataggio di un uomo semisommerso dal fango

Isolate 30 famiglie, il parroco: sto chiamando i dispersi

Il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, in collegamento con gli altri sindaci della zona e la prefettura, fa sapere che a seguito della frana «ci sono 20-30 nuclei familiari isolati e una decina di immobili crollati». «Sto provando a chiamare alcune persone che risulterebbero disperse ma purtroppo al momento non ho ricevuto risposta» dice don Gino Ballirano, parroco della chiesa di Santa Maria Maddalena, a Casamicciola, raccontando all'Ansa racconta i momenti difficili che si vivono sull'isola dopo la frana di questa mattina. “Sto cercando di andare sul posto ma la strada sotto casa mia è bloccata da un muro di auto ed alberi”. Don Gino spiega che la Diocesi di Ischia ha mobilitato la Caritas per la prima accoglienza.

Meloni vicina ai cittadini. Musumeci: seguiamo situazione

Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il Ministro Musumeci, il Dipartimento della Protezione civile e la Regione Campania per seguire l'evoluzione dell'ondata di maltempo che ha colpito Ischia. Il Governo esprime vicinanza ai cittadini, ai Sindaci dei comuni dell'isola d'Ischia e ringrazia i soccorritori impegnati nella ricerca dei dispersi. Dal canto suo, anche il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, fa sapere di aver “appena sentito il sindaco del Comune di Ischia per esprimere anche ai suoi colleghi la vicinanza del governo nazionale”. “Seguiamo costantemente l'evoluzione della situazione dopo che il pluviometro presente sull'isola ha fatto registrare 120 mm di pioggia - ha spiegato- e ciò che possiamo dire al momento è che una vasta frana a monte di Casamicciola ha invaso diverse abitazioni. Il numero complessivo dei dispersi è in via di definizione da parte del coordinamento della Prefettura, che è in collegamento anche con tutti i sindaci dell'Isola per l'evacuazione preventiva di altre famiglie. E il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini: “Serve la messa in sicurezza di un Paese che è fragile da nord a sud”.

Metsola: Parlamento Ue vicino agli ischitani

“Ho appreso la notizia delle tragiche conseguenze causate da una frana sull'isola italiana di Ischia. Il Parlamento europeo è vicino a tutti gli ischitani in questo triste giorno”. Lo scrive in un tweet la presidente dell'Eurocamera, Roberta Metsola. “I miei pensieri - aggiunge - vanno alle famiglie e agli amici delle vittime e a tutte le persone disperse”.

In immagini auto e case travolte

Nelle immagini che arrivano da Casamicciola si vedono macchine che nella notte sono state trasportate da fiumi di fango e case travolte o sfiorate dal largo fronte della frana. Un'auto è stata trascinata in mare con i due occupanti che sono stati tratti in salvo. A Casamicciola sono arrivate da subito alcune squadre dei Vigili del Fuoco cercando di raggiungere i posti finora isolati per i vari punti della frana. Sul posto anche sommozzatori e nautici per presenza di veicoli a mare. In mattinata è giunta alla sala operativa una richiesta di soccorso per l'edificio interessato dalla frana. Verifiche sono in corso. Mezzi movimento terra inviati dalla sede centrale dei vigili del fuoco di Napoli.

Le strade colpite dalla frana a Casamicciola, 26 novembre 2022. ANSA

I sindaci: non uscite di casa

Il commissario straordinario di Casamicciola Terme e i sindaci degli altri 5 comuni dell'isola d'Ischia hanno emanato un'ordinanza collegiale diretta ai cittadini con la quale chiedono di non uscire dalle proprie abitazioni per non intralciare le operazioni di soccorso. Quasi tutta Casamicciola è completamente bloccata alla circolazione stradale, le zone di Piazza Maio, via Celario, piazza Bagni sono isolate ed invase dal fango e dai detriti.

Frana a Ischia, le immagini dei Vigili del Fuoco

Tredici anni fa lo stesso dramma

Proprio a Casamicciola tredici anni fa una ragazza, Anna De Felice, morì a causa di un'alluvione che provocò una frana, partita dalla zona alta del comune per arrivare fino al mare. Anna De Felice, che stava per andare a scuola in auto, fu travolta dal fiume di fango mentre cercava di uscire dalla vettura per mettersi in salvo. Consistenti furono i danni alle abitazioni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti