ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFirenze

Iso 20121 alla Leopolda, lo spazio ottiene il certificato di sostenibilità

Da oggi la stazione fiorentina potrà accogliere eventi e fiere in armonia con le regole più aggiornate in termini di inquinamento, riciclo dei rifiuti e consumi energetici

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Chi vuol organizzare una fiera, un meeting o un evento sostenibile a Firenze, d’ora in poi potrà contare su uno spazio espositivo anch’esso sostenibile: si tratta della Stazione Leopolda, fatta costruire dal Granduca Leopoldo II a metà dell’Ottocento come capolinea della linea ferroviaria per Livorno e poi diventata un’affascinante location per eventi, salita agli onori in tempi recenti per le kermesse renziane.

Stazione Leopolda, seimila metri quadrati coperti di proprietà della società fieristica Pitti Immagine, ha appena ottenuto la certificazione Iso 20121 per l’organizzazione e la gestione sostenibile degli eventi: significa che può assicurare fornitori del territorio (dai manutentori alle pulizie, dagli allestitori alla vigilanza al catering), una mobilità poco inquinante, ridotti consumi energetici e idrici, raccolte differenziate. Non solo. Nell’ottica di valorizzare la gestione virtuosa sul fronte ambientale, economico e sociale, Stazione Leopolda intende proporsi sempre più come organizzatore di eventi piuttosto che come affitta-spazi.

Loading...

«Che senso ha fare un evento sostenibile se il contenitore non lo è?», si chiede la società sottolineando l’importanza della location prima ancora del contenuto. La certificazione internazionale Iso 20121, rilasciata da Rina ente accreditato Accredia, è frutto del lavoro avviato da Pitti Immagine nel 2020 con i consulenti Punto 3 e Blumine. Oggi in Italia le location certificate Iso 20121 sono pochissime: solo Fiera Milano e Riva del Garda FiereCongressi sono nell’elenco Accredia. Stazione Leopolda nel 2019 ha ospitato 40 eventi e realizzato un fatturato di 2,3 milioni di euro.

«Il traguardo della certificazione – afferma Agostino Poletto, amministratore unico di Stazione Leopolda e direttore generale di Pitti Immagine – sarà un volano per attrarre nuovi investimenti sul territorio che genereranno sviluppo e nuova occupazione. D’ora in poi, grazie al piano di miglioramento che stiamo attivando, saremo in grado di offrire ai nostri clienti pubblici e privati, che fanno della sostenibilità la propria mission, un servizio “chiavi in mano” per un evento che non impatta sull’ambiente, in uno spazio unico e suggestivo come solo questa struttura ferroviaria ottocentesca sa essere».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti