Viaggi e sport

Israele: una storia millenaria da affrontare… di corsa

di Franco Sarcina

3' di lettura

Da un Paese dove la storia millenaria dei luoghi e delle genti impone una osservazione attenta e, in una qualche misura, “lenta”, a nazione “veloce”. I mille contrasti di Israele potranno essere gustati anche a passo di corsa se tra le nostre passioni annoveriamo anche il podismo sulle lunghe distanze. Cinque sono infatti gli appuntamenti previsti tra il prossimo inverno –stagione dove è bello visitare Israele, approfittando del clima mite e del sole presente in molte sue zone- e la primavera per tutti coloro a cui piace correre ed esprimere il proprio fisico in prove, non solo podistiche, di differenti gradi di difficoltà.

Il primo appuntamento è in programma il 4 gennaio 2019: si tratta della 42esima edizione della Sea of Galilee Tiberias International Marathon. Il classico percorso di 42,195 km si snoda lungo la valle del Giordano su un tracciato asfaltato, rapido e pianeggiante. Si tratta della maratona più bassa del mondo, dato che si svolge a circa 200 metri sotto il livello del mare. Il percorso ad anello parte dalle strade principali di Tiberiade, fiancheggia il Mar di Galilea (lago di Tiberiade), attraversa il Giordano per arrivare al kibbutz Ein-Gev e da qui ritornare a Tiberiade. A cornice dell'evento principale tanti altri, tra i quali una corsa di 10 km che include nel suo parte delle aree appena emerse dal lago di Kinneret, lungo le spiagge Barniki e Shikmim.

Loading...

Per gli Ironman
Dedicata agli appassionati di Ironman, il triathlon sulle lunghe distanze, è la Israman Ironman Garmin Race Eilat, che si svolge nel sud del Paese. Classificata tra i 10 eventi di triathlon lungo più impegnativi al mondo, si svolgerà sulla costa della città turistica di Eilat, all'estremità sud di Israele, sul Mar Rosso, il 25 gennaio 2019. La gara Israman integrale include 3,8 km di nuoto e 180km di bicicletta seguiti da una corsa di 42,2 km. Per coloro che desiderano una sfida meno impegnativa ma altrettanto eroica, la Mezza Israman propone 1,8 km di nuoto, 90 km di bicicletta e 21,1 di corsa.

Il 22 febbraio del 2019 è invece in programma la Tel Aviv Samsung Marathon. I partecipanti percorreranno tutte le strade principali della città: Dizengoff Street, Rotschild Avenue, le Azrieli Towers, Piazza Rabin, il rinnovato lungomare e altre ancora. Sono attese all'appuntamento, già diventato tradizionale, circa 40mila persone; oltre alla gara tradizionale (accessibile anche a chi utilizza handcycles) sono previsti percorsi ridotti: mezza maratona, 10.000 metri, 5.000 metri, così come una minimaratona dedicata agli atleti più piccoli.

Il mese successivo –il 15 marzo- è la vota della Jerusalem Winner Marathon. Qui, la città delle tre religioni monoteiste ospita la nona edizione di una corsa che è ormai diventata un classico, e per cui si prevedono circa 20.000 partecipanti in arrivo da 50 Paesi diversi. Il programma propone una maratona intera, una mezza maratona, una corsa di 10 km e una di 4,2 km. La topografia di questa città unica al mondo si presta ad ospitare un percorso impegnativo, che va dai ciottoli della Città Vecchia, fino al moderno centro cittadino. Il percorso include anche altri luoghi conosciutissimi: dalla sede della Knesset (il Parlamento israeliano) alla Piscina del Sultano, passando dal Monte Sion e dal Monte degli Ulivi.

Ultimo appuntamento è quello del 16-17 maggio, quando ha luogo, nel Nord di Israele, la corsa a staffetta Mountain to Valley, giunta alla sua undicesima edizione. È una corsa a staffetta della lunghezza complessiva di 215 km, che si corre giorno e notte per le aree rurali del Settentrione israeliano fino alla valle di Yzrael. Gran parte del percorso si sviluppa lungo sentieri sterrati, e si percorrono luoghi di grande rilevanza storica per ebraismo, cristianesimo e Islam. La partenza è ai piedi della statua del Leone Ruggente di Tel-Hai, nel Nord, per poi proseguire lungo la Valle del Giordano del Nord, attraversando la riserva naturale della Valle di Hula fino a incontrare la parte settentrionale del Mare di Galilea. Lì il percorso sale e attraversa la catena montuosa della Bassa Galilea, spingendosi dalla valle di Jezreel fino alle montagne di Menashe, sul il versante Nord del monte Carmelo, per finire a Timrat, poco a ovest di Nazareth. L'evento dura 24 ore e i 215 km della staffetta sono divisi in 24 sezioni, ognuna compresa tra i 5 e i 14 km. Possono partecipare gruppi di 4, 6 o 8 corridori, sia nella categoria competitiva che in quella non competitiva.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti