La fotografia del sommerso

Istat: economia non osservata 2019 a 203 miliardi, l’11,3% del Pil

Erano 3,5 milioni i lavoratori irregolari

Pandora Papers, l'Ue prepara la stretta sull'evasione

2' di lettura

Nel 2019 l’economia non osservata vale 203 miliardi di euro, pari all’11,3% del Pil. Rispetto al 2018 si riduce di oltre 5 miliardi (-2,6%) confermando la tendenza in atto dal 2014. È quanto ha rilevato l’Istat sottolineando che la componente dell’economia sommersa ammonta a poco più di 183 miliardi di euro mentre quella delle attività illegali supera i 19 miliardi.

Sono 3,5 milioni i lavoratori irregolari nel 2019

Nel 2019 le unità di lavoro irregolari erano 3 milioni 586 mila , in calo di oltre 57mila rispetto all’anno precedente (-1,6%). Il valore della sotto-dichiarazione e del lavoro irregolare nel 2019 è pari a 167 miliardi.

Loading...

Calo consistente economia sommersa negli ultimi tre anni

Si è registrato un calo consistente dell'economia sommersa negli ultimi tre anni. Lo indica l’Istat, nei dati sull’economia non osservata nei conti nazionali negli anni 2016-2019. Al fine di cogliere la tendenza di medio periodo del sommerso economico, se ne presenta un'analisi in serie storica (2011-2019), anche in relazione all'evoluzione delle misure di contrasto all'evasione (introduzione dell'Indice sintetico di affidabilità, ISA, in sostituzione degli Studi di settore, e uso più estensivo della fatturazione elettronica) e alla revisione dei regimi fiscali riguardanti principalmente le piccole imprese e i professionisti (ad esempio, la modifica della platea dei forfettari). Nel 2019, la quota di sommerso sul totale del valore aggiunto generato dal sistema economico si attesta all'11,4%, in riduzione di 0,5 punti percentuali rispetto all'anno precedente. Anche se tutte le componenti subiscono una contrazione, è la sotto-dichiarazione del valore aggiunto che mostra la flessione più marcata, passando dall'incidenza del 5,9% riscontrata nel 2018 a una del 5,6%. Si conferma così la tendenza alla riduzione del fenomeno in atto da alcuni anni. Infatti, dopo il picco raggiunto nel 2014, quando l'impatto del sommerso sul valore aggiunto era del 13,4%, si è registrato un trend in riduzione che ha portato a una contrazione dell'impatto di 2 punti percentuali nei cinque anni, pari a poco più di 12 miliardi di euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti