Covid e Pil

Istat: risalita contagi determina incertezza su economia

Nota mensile di luglio: «Ma le prospettive per l'economia italiana restano decisamente positive»

di Carlo Marroni

Le vaccinazioni sono sempre più strumento per contenere i contagi ed evitare così che la diffusione del Covid possa impattare sull’economia (foto Ansa)

2' di lettura

«Lo scenario internazionale resta caratterizzato da un processo di ripresa economica solido ma eterogeneo tra paesi. Tuttavia, la risalita dei contagi sta determinando un aumento dell'incertezza associata all'evoluzione dell'economia mondiale». Lo scrive l'Istat nella nota mensile dell'economia a luglio. Dove ricorda la forte spinta al Pil nel secondo trimestre, che è cresciuto, in base alla stima preliminare, del 2,7% in termini congiunturali, con un dinamismo più accentuato di quello degli altri principali paesi europei. La variazione acquisita per il 2021 è +4,8%.

Segnali positivi dalle famiglie

Bene, come comunicato oggi, l'indice della produzione industriale, al netto delle costruzioni, è tornato ad aumentare: +1,0% l'incremento sia a giugno sia nel secondo trimestre rispetto al precedente. «Dal lato delle famiglie si registrano diffusi segnali positivi che interessano l'andamento del mercato del lavoro e la fiducia. Anche le vendite al dettaglio salgono». A luglio, si è ampliato il differenziale tra l'inflazione italiana e quella dell'area euro, in parte per la diversa tempistica dei saldi italiani rispetto all'anno precedente. Aumentano le attese di rialzo dei prezzi.

Loading...

Per le imprese la fiducia ai massimi degli ultimi anni

Insomma, ribadisce l'Istat, «le prospettive per l'economia italiana restano decisamente positive. Per le imprese la fiducia si attesta sui massimi degli ultimi anni e il livello dei posti vacanti nell'industria e nei servizi ha superato i livelli pre-crisi». Una dato: trainate dalla ripresa del commercio mondiale, le esportazioni e le importazioni italiane hanno mostrato un deciso aumento negli ultimi mesi. Tra marzo e maggio le vendite all'estero sono aumentate del 6,1% rispetto ai tre mesi precedenti, gli acquisti da oltre confine del 9,4%. Hanno contribuito alla crescita delle esportazioni italiane sia le vendite dirette verso i mercati europei sia quelle al di fuori dell'Unione Europea (+6,1% per entrambi). Dal punto di vista della tipologia di beni esportati, ad eccezione dell'energia, le vendite di beni intermedi sono state le più dinamiche (+7,2%), seguite da quelle dei beni strumentali (+4,7%).

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti