ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCompagnie aeree

Ita, nel 2022 bilancio in perdita per 486 milioni: in fumo 1,3 milioni al giorno

L’Ebitda è negativo per 338 milioni. Al 31 dicembre 2022 in cassa 418 milioni, il patrimonio netto è pari a 524 milioni

di Giorgio Pogliotti

Bruxelles: l'Italia recuperi da Alitalia 400 milioni di aiuti

2' di lettura

Per Ita Airaways il bilancio 2022 si archivia con una perdita netta di circa 486 milioni di euro, bruciando dunque oltre 1,3 milioni al giorno. I ricavi sono stati pari a 1,576 miliardi (di di cui 1,272 miliardi arrivano dal business del traffico passeggeri). L’Ebitda è negativo per 338 milioni. Nei conti della compagnia l’Ebit si conferma negativo per 550 milioni e il risultato ante imposte è negativo per quasi 600 milioni. Al 31 dicembre 2022 in cassa figurano 418 milioni, mentre il patrimonio netto è pari a 524 milioni. Sono i principali indicatori dell’esercizio 2022 che è stato approvato dal consiglio di amministrazione, che si è riunito per oltre quattro ore prima del via libera.

Si tratta di numeri molto importanti, considerando che è in pieno svolgimento la trattativa in esclusiva tra il Tesoro e Lufthansa, che intende acqusire il 40% della compagnia dal Mef attraverso un aumento di capitale. Sulla perdita netta di circa 486 milioni di euro, l'effetto del deterioramento dello scenario macroeconomico secondo l’azienda ha inciso per oltre 280 milioni di euro.

Loading...

L’azienda: risultato coerente con la fase di start-up

Il risultato dell’esercizio - commenta l’azienda comunicando i dati di bilancio - «risulta coerente con la fase di start-up della società in un contesto di mercato ancora debole nei primi mesi dell’esercizio per effetto del perdurare della pandemia Covid. Inoltre, i risultati dell’esercizio 2022 sono stati significativamente impattati dall’aggravio del costo del carburante successivo allo scoppio del conflitto russo-ucraino, unitamente al rilevante deterioramento del tasso di cambio euro/dollaro, i cui impatti sono stati solo parzialmente tradotti in aumento dei ricavi e mitigati da un’attenta ed oculata gestione operativa, nonché da un’estrema attenzione al controllo dei costi». Al netto di questi fattori “esogeni”, la «performance operativa della società è risultata migliorativa rispetto alle previsioni del piano industriale e del budget aziendale». Resta però da chiedersi perchè nello stesso contesto altre compagnie aeree - a partire da Lufthansa - abbiano registrato utili.

Le previsioni

Le attese della società «per l’esercizio 2023 sono di un’ulteriore consistente crescita del volume dei ricavi trainati dall’espansione del network delle destinazioni servite garantita dall’incremento della flotta, da cui consegue un significativo miglioramento del risultato operativo atteso».

Nel 2022 circa 10,1 milioni di passeggeri

Ita Airways nel 2022 ha operato circa 97mila voli di linea e trasportato circa 10,1 milioni di passeggeri (1,3 milioni nei due mesi e mezzo di operatività del 2021): secondo il comunicato aziendale l’aviolinea « è riuscita ad intercettare la ripresa del traffico aereo che si è manifestata a partire dal secondo semestre aumentando la propria quota di mercato». La società ha raggiunto il 99% di regolarità delle operazioni e l’81% di puntualità.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti