Trasporto aereo

Ita, ecco per quali destinazioni sono in vendita i biglietti. E quanto costano

I prezzi non sono alti ma le destinazioni sono poche. Il maggior numero di voli è tra Fiumicino e Linate, da 43 a 139 euro a tratta. Non sono in vendita voli per la Sardegna né per Usa e Giappone

di Gianni Dragoni

Ita, da mezzanotte i biglietti della nuova compagnia

7' di lettura

I prezzi dei biglietti non sono alti, ma le destinazioni sono poche. È quanto emerge da un’analisi del Sole 24 Ore sui voli di Ita, la nuova compagnia, tutta pubblica, che ha in programma di volare al posto di Alitalia dal 15 ottobre prossimo. Va precisato che solo da Roma Fiumicino e da Milano Linate ci sono voli diretti per altre città italiane o per l’estero. Non ci sono voli per la Sardegna. Non sono in vendita neppure voli intercontinentali, benché siano state annunciate come prime destinazioni dal 15 ottobre New York Jfk, Boston, Miami e Tokyo Haneda. La società non ha ancora le autorizzazioni per farli.

Non sono in vendita voli per gli Usa e Giappone

In riferimento ai voli annunciati per Stati Uniti, Giappone e Algeri, sul sito della nuova società si legge: «Ita sta completando il processo di certificazione necessario per avviare la commercializzazione e prevede di mettere in vendita i biglietti per tali Paesi quanto prima». Per ora Alitalia vola per New York e per Tokyo, ma dopo il 14 ottobre non potrà più farlo perché la licenza di volo e il Coa sono stati trasferiti a Ita. Pertanto chi ha bisogno di volare per gli Stati Uniti e il Giappone dal 15 ottobre in poi per adesso deve comprare biglietti solo con altre compagnie concorrenti. Un bel danno per Ita, che perde potenziali ricavi, in quanto molti biglietti vengono acquistati in anticipo. Non si sa quando la società potrà ottenere le «certificazioni» mancanti.

Loading...

Fiumicino-Linate la rotta con più frequenze

La rotta sulla quale c’è il maggior numero di voli è la Roma Fiumicino-Milano Linate, 18 frequenze al giorno (cioè 18 voli di andata e altrettanti di ritorno). Questo sorprende perché le due città sono ben collegate dall'alta velocità ferroviaria. Quindi i proclami che abbiamo sentito negli ultimi mesi, anche dal governo con il ministro Enrico Giovannini, di realizzare un'integrazione tra treni e aerei, come per esempio in Germania tra Lufthansa e Deutsche Bahn, sono caduti nel vuoto.

Andare da Roma a Milano costa più che da Milano a Roma

L'analisi su tutte le rotte è stata fatta sui voli diretti del 15 ottobre, i prezzi sono riferiti alla sola andata. I voli da Fiumicino a Linate costano minimo 64,02 euro (tariffa Economy light), massimo 139,02 (Economy flex). Il primo parte alle 6:30 e arriva alle 7:40, l'ultimo parte alle 22 e arriva alle 23:10 (su quest'ultimo il prezzo è un po’ più basso, minimo 57,98 euro, massimo 132,98). Dal capoluogo lombardo il primo volo parte alle 7 e arriva a Fiumicino alle 8:10, prezzo minimo 42,98 euro, massimo 117,98. A partire dal volo delle 8.30 il prezzo minimo sale a 56,98 euro, il massimo a 131,98. Questa tariffa rimane per tutti i voli successivi. L'ultimo da Milano alla capitale parte alle 22.

Milano-Napoli da 39 a 139 euro

Da Linate a Napoli ci sono sette voli al giorno, sei nella direzione contraria. Il primo da Linate parte alle 7, arrivo previsto alle 8:20, il biglietto costa da un minimo di 38,98 euro a un massimo di 113,98. Sul volo delle 19:05 il prezzo minimo sale a 63,98 euro e il massimo a 138,98. Chi parte da Napoli ha il primo volo alle 9:05 e arriva a Linate alle 10:25, piuttosto tardi per cominciare una giornata di lavoro. Il biglietto costa da 35,13 a 110,13 euro per qualunque volo. L'ultimo da Napoli parte alle 19:50.

I voli per la Sicilia

Da Linate a Palermo ci sono sei voli al giorno, il primo parte alle 8:35 e arriva alle 10:10, il biglietto costa da 38,98 a 113,98 euro per tutti i voli. Da Punta Raisi a Linate cinque voli al giorno, il primo parte tardi, alle 10:55 e arriva alle 12:30. Il prezzo va da 36,79 a 111,79 euro per tutti i voli su questa tratta.Sulla tratta Roma Fiumicino-Catania ci sono cinque voli al giorno, quattro nella direzione opposta. Il primo volo da Roma parte alle 9:10, arriva alle 10:25, costa da un minimo di 35,07 a un massimo di 113,02 euro. Stesso prezzo per gli altri voli, l'ultimo parte alle 21:45 dal Leonardo da Vinci. Il primo decollo da Catania è alle 11:10, arrivo a Roma alle 12:30, il costo va da 34,92 a 112,87 euro per tutti i voli.

Da Bari più voli per Linate che per Roma

Da Bari a Roma c'è un solo volo al giorno, parte alle 11:15 e arriva alle 12:20, costa da un minimo di 40,22 euro a un massimo di 123,22. Da Fiumicino al capoluogo pugliese ci sono due voli al giorno, il primo parte alle 9:25, l'altro alle 22, a un prezzo che oscilla da 38,02 a 135,02 euro. Da Bari a Linate sei voli al giorno, il costo va da 35,22 a 110,22 euro. Da Linate a Bari sette voli al giorno, il prezzo va da 38,98 a 113,98 euro.

I voli da Torino con uno scalo obbligato

Per andare da Bari in altre città bisogna fare scalo. Per esempio la tratta Torino-Bari obbliga i passeggeri a fare scalo a Roma. Da Torino a Bari Ita propone un solo collegamento al giorno, partenza alle 15:15 e arrivo alle 23:05, dopo quasi sei ore, al prezzo tra 69,88 e 144,88 euro. Stesso discorso per i collegamenti fra Torino e la Sicilia, è obbligatorio scendere a Fiumicino e cambiare aereo. Così si impiegano tempi biblici. Da Torino a Palermo Ita propone una partenza alle 15:15 e arrivo alle 18:20, da Torino a Catania partenza alla stessa ora e arrivo alle 19:30. Il prezzo è lo stesso dei voli da Torino a Bari.

Pochi voli diretti per Londra Heathrow

I voli per l'estero sono pochi e spesso obbligano i passeggeri a fare scalo, anche per chi parte da Roma e Milano. Per esempio da Fiumicino a Londra Heathrow c’è un solo volo diretto, parte alle 21:35 e arriva alle 23:15. Il costo va da 45,01 euro a 120,01 euro (ci chiediamo il perché di quel centesimo in più). Il sistema di vendita di Ita propone anche voli per il principale aeroporto inglese con scalo a Linate, partenza da Roma alle 6:30 e arrivo a destinazione alle 9:30. Oppure partenza alle 14:30 e arrivo alle 17:45. Per entrambi il costo va da un minimo di 134,08 euro a un massimo di 209,08. Il paradosso è che il volo con scalo, più scomodo e più lungo, costa di più del volo diretto. Probabilmente perché l'orario del volo diretto è più scomodo, parte la sera tardi. Perché così pochi voli? Probabilmente per la scarsità di slot. Da Linate a Londra Heathrow ci sono due voli diretti al giorno, uno parte alle 8:25, l’altro alle 16:40, il costo va da 30,52 a 105,52 euro. Il sistema di vendita di Ita propone anche un volo da Linate alle 19 con arrivo a Heathrow alle 23:15, con scalo a Fiumicino. Sembra follia: per andare a Nord si fa il giro largo andando prima a Sud, dove si cambia aereo e si riparte. Il biglietto costa da 106,17 a 223,17 euro. Evidentemente a Ita non sono superstiziosi.

Da Roma a Parigi

Solo due voli diretti da Fiumicino a Parigi Charles De Gaulle. Uno parte alle 8:35 e arriva alle 10:45, l’altro parte alle 15:10 e arriva alle 17:20. Il prezzo è lo stesso, minimo 54,01 euro, massimo 129,01. Per l'altro scalo parigino, Orly, non ci sono voli diretti, solo con scalo a Linate, tre voli al giorno, al prezzo fra 80,08 e 155,08 euro. Da Milano Linate a Charles De Gaulle c'è un solo volo diretto, parte alle 6:30, arriva alle 8:20, costa da 80,08 a 155,08 euro.

Tel Aviv e Tunisi

Al di fuori dell’Europa per il momento Ita vende voli solo per Il Cairo,Tel Aviv e Tunisi. Oltre alle destinazioni europee ma non della Ue, Ginevra e Tirana. Il volo diretto per Tel Aviv c'è solo da Roma, uno al giorno, parte alle 12:05 e arriva alle 16:35. Il biglietto, di sola andata come tutti gli altri citati, costa da 137,81 a 217,81 euro. Per andare da Linate in Israele bisogna fare scalo a Roma, si parte alle 7 da Milano e si arriva alle 16:35. Il prezzo però è più basso rispetto al viaggio da Roma, minimo 115,60 euro, massimo 190,60. Per Tunisi c’è solo un volo diretto da Roma, parte alle 17:00 e arriva alle 17:20 locali, il prezzo va da 120,99 a 227,99 euro. Chi parte da Linate deve fare scalo a Fiumicino. La partenza è alle 14, l’arrivo alle 17:20, il biglietto costa da 99,78 a 159,78 euro.

Il pasticcio dei voli per la Sardegna

Per le destinazioni in Sardegna e la siciliana Comiso (Ragusa), «in regime di oneri di servizio pubblico», al momento Ita non può operare. Dice il sito: «I collegamenti in regime di oneri di servizio pubblico tra Roma Fiumicino/Milano Linate e gli aeroporti di Alghero, Cagliari, Olbia e Comiso non sono al momento in vendita poiché Ita non è assegnataria di tali collegamenti e non può automaticamente rilevarli nel momento in cui Alitalia Sai Spa in Amministrazione Straordinaria cesserà le operazioni. Ita, confermando l'attenzione per i territori serviti da collegamenti in continuità territoriale, seguirà con interesse le evoluzioni della vicenda ed è disponibile a valutare una partecipazione alle gare pubbliche che le Autorità competenti vorranno bandire per l'assegnazione delle rotte operate in regime di oneri di servizio pubblico». Questo vuol dire che dal 15 ottobre, poiché Alitalia chiuderà le operazioni, la Sardegna sarà collegata al continente e al resto del mondo solo dalle compagnie low cost, a parte i traghetti. Un bel pasticcio fatto dal governo che non si è accorto del “buco” nei collegamenti. E, indirettamente, un regalo alle low cost.

È Alitalia che vende i biglietti per Ita

Ultima notazione sui biglietti. Alitalia è destinata a scomparire, ma combatte fino all'ultimo. È la vecchia compagnia a vendere i biglietti per Ita. Una nota sul sito avverte: «Gentile cliente il sito su cui stai navigando è una versione provvisoria in attesa della realizzazione di quella definitiva. Stiamo lavorando a un nuovo sito per soddisfare le tue aspettative. La vendita dei biglietti è al momento effettuata per conto di Italia Trasporto Aereo Spa da Alitalia Sai Spa in As». Amen.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti