ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporto aereo

Ita, oggi incontro con Certares. Ecco a che punto è la trattativa

La data room dovrebbe rimanere aperta fino a venerdì 30 settembre, giorno in cui scadrà la trattativa in esclusiva dopo i 30 giorni accordati dal Mef

(REUTERS)

3' di lettura

Archiviato il voto entra nel vivo il negoziato per la vendita di Ita Airways. Oggi, infatti, è in programma un incontro tra i vertici della newco e i rappresentanti di Certares e Delta, questi ultimi presenti per la parte commerciale. Non è prevista la presenza di Air France-Klm.

L’accesso alla data room

L’incontro si inserisce nel quadro della trattativa esclusiva in corso tra il ministero dell’Economia, azionista unico della compagnia aerea, e il fondo Usa per la vendita del 50% più un’azione di Ita. Secondo quanto si apprende sono previste varie sessioni durante tutta la giornata col compratore che chiederà di approfondire una serie di tematiche, dopo che la stessa Certares e Delta hanno avuto accesso alla data room della newco, ossia la stanza virtuale con tutti i documenti, conti e dati riservati della compagnia.

Loading...

Stretta per concludere

La data room dovrebbe rimanere aperta fino a venerdì 30 settembre, giorno in cui scadrà la trattativa in esclusiva dopo i 30 giorni accordati dal momento in cui il fondo Usa è stato scelto dal Mef, a discapito di Msc-Lufthansa, lo scorso 31 agosto. Si tenta una stretta per concludere ma nel caso in cui non si riesca a chiudere entro questa settimana, si potrebbe andare verso una mini-proroga della trattativa in esclusiva.

Il piano industriale di Certares

Da un punto di vista strategico la presenza di Delta nella cordata guidata da Certares spalanca a Ita le porte verso il ricco e più redditizio mercato nord-americano. Punto, questo, che avrà giocato un ruolo significativo nello spingere il Mef a selezionare il fondo Usa per la trattativa in esclusiva volta alla vendita di Ita. Da quello che trapela il piano industriale di Certares è «coerente» col precedente piano Ita e anche «migliorativo» con un grande focus sulle assunzioni ed un incremento nel numero degli aerei, a 80 nel primo anno e poi a 120 nel 2024, proprio per rafforzare le rotte a lungo raggio, in particolare quelle per gli Stati Uniti e il Canada.

La governance

Lo scalo romano di Fiumicino avrebbe poi un ruolo centrale, come terzo hub dell’Europa continentale, insieme ad Amsterdam e Parigi. Da un punto di vista della governance, con una quota pesante tra le mani, il Tesoro manterrebbe due membri su cinque nel cda, potrà anche esprimere il presidente di Ita ed esprimere il proprio gradimento sul futuro amministratore delegato della compagnia.

Sindacati in pressing

Intanto nel mezzo della trattativa si fanno sentire i sindacati che hanno preso carta e penna e scritto ai vertici di Ita chiedendo un incontro sul tema degli stipendi. «Sono imprescindibili e urgenti interventi condivisi, finalizzati al miglioramento delle condizioni di lavoro e salariali», scrivono in una missiva indirizzata al presidente esecutivo, Alfredo Altavilla, e all’amministratore delegato, Fabio Lazzerini, Filt Cgil, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, chiedendo quindi «l’avvio di un confronto». Secondo le tre sigle sindacali «è necessario porre in essere, in tempi rapidi, adeguate azioni di valorizzazione del personale di Ita, le cui elevate professionalità hanno supportato la fase di start-up della compagnia, sostenendone i sacrifici con impegno e dedizione». Per Filt Cgil, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo «vanno scongiurati rischi di disaffezione e fenomeni di esodo» che metterebbero a «serio rischio» l’evoluzione del piano industriale della compagnia, la crescita della flotta e la stessa regolarità operativa, «in una fase di forte ripresa del trasporto aereo a livello globale».

Prima tappa del format Travel Hashtag

Sempre oggi prenderà il via a New York la prima tappa internazionale del format Travel Hashtag che quest’anno ha come focus la promozione turistica dell’Italia sul mercato statunitense. Ita Airways, in qualità di “Official carrier” dell’iniziativa, è tra i principali protagonisti dell’evento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti