La nuova compagnia

Ita parte il 15 ottobre e aumenta i prezzi: non c’è la Sardegna, sul lungo raggio solo il Roma-New York

I biglietti sono diventati più cari con l’avvicinarsi della partenza. In calo le tariffe per New York. Le destinazioni sono 36

di Gianni Dragoni

(7146)

5' di lettura

Oggi c’è l’ultimo volo di Alitalia, il Cagliari-Fiumicino che parte alle 22:05. Domani decolla Ita, la nuova compagnia. Di fatto è una mini-Alitalia. Parte con 52 aerei, tutti Airbus provenienti dalla vecchia compagnia e con livrea Alitalia, con 2.800 dipendenti. Il primo volo è il Milano Linate-Bari, alle 6:20. Alle 7 parte il Linate-Fiumicino. Nel primo giorno Ita ha cancellato voli rispetto alla programmazione prevista fino a pochi giorni fa. In particolare da Roma Fiumicino non c’è più il volo delle 6:30, né quello delle 7. Il primo volo dalla capitale a Linate parte alle 8. I prezzi dei biglietti, partiti abbastanza bassi un mese fa, sono aumentati progressivamente con l’avvicinarsi della data della partenza.

Le destinazioni sono 36

La compagnia ha spiegato di aver cancellato alcuni voli perché non ha aerei sufficienti, perché i velivoli che arrivano da Alitalia devono prima passare per la manutenzione. Probabile che siano stati cancellati voli anche perché c’erano pochi passeggeri. Per molte settimane trovare il sito di Ita è stata un’impresa ardua. Solo da pochi giorni scrivendo su Google www.itaspa.com si viene indirizzati al sito della compagnia. Prima si andava sul sito solo scrivendo il nome nella barra di ricerca in alto. Il 5 ottobre Ita ha detto: «All’avvio delle attività, il prossimo 15 ottobre, Ita servirà 44 destinazioni con 59 rotte (...)». Abbiamo contato le destinazioni sul sito di Ita, sono meno di quelle annunciate. Infatti a oggi sono indicati voli per 16 destinazioni in Italia, 19 in Europa (contiamo una sola volta i due scali di Parigi, Charles de Gaulle e Orly) e una sola intercontinentale, New York Jfk con partenza da Roma, che decollerà il 4 novembre. Dunque ora le destinazioni sono 36, non 44. Altre 8 si aggiungeranno a partire tra marzo e agosto 2022 (Firenze, Lussemburgo e Stoccarda le prime).

Loading...

Fiumicino e Linate centrali

Una costante di Ita è che ogni collegamento parte o termina a Fiumicino o a Milano Linate, non ci sono voli nazionali tra altre coppie di città (per esempio da Torino a Palermo o Catania) né voli per l’estero in partenza da altri scali diversi dal Leonardo Da Vinci o dal Forlanini. Invece la concorrenza fa anche collegamenti diretti tra altre città italiane e l’estero (per esempio Air France vola da Bari a Parigi, Lufthansa dalla Germania alla Sicilia) o tra coppie di città escludendo Roma e Milano. Ita non vola da Malpensa. Dallo scalo in provincia di Varese è previsto un collegamento intercontinentale per New York dall’anno prossimo.

Niente voli per la Sardegna

Ita ha perso la gara per i voli in continuità territoriale con la Sardegna. Volotea, ultra low cost di Barcellona, ha presentato l’offerta migliore (nel senso che ha chiesto un contributo economico pubblico inferiore) e si è aggiudicata i voli tra Cagliari, Olbia, Alghero per Roma e Milano, a partire dal 15 ottobre. Il presidente esecutivo, Alfredo Altavilla, temeva di perdere soldi su questi voli e non ha voluto fare un’offerta più bassa. Ita potrà ritentare quando sarà bandita la gara per la prossima estate, nel 2022. Un tempo i voli per la Sardegna erano una bandiera per Alitalia.

I prezzi salgono

«Non saremo una low cost», ha detto l’a.d. di Ita, Fabio Lazzerini. Previsione centrata in pieno. I prezzi dei biglietti infatti sono molto più alti una low cost. Il volo Linate-Bari di domani in partenza alle 6:30 oggi si può comprare per 55,98 euro sola andata, alla tariffa Economy, che non consente di scegliere il posto (solo a pagamento). Non si può cambiare la prenotazione né chiedere il rimborso del biglietto, il bagaglio in stiva costa da 30 a 50 euro secondo la rotta. Sul Linate-Bari la tariffa più alta è la Economy Flex, 130,98 euro, include il bagaglio in stiva, la scelta del posto, il cambio prenotazione senza supplementi, si può chiedere il rimborso del biglietto. Ci sono sette voli domani da Linate a Bari.

Linate-Fiumicino

Dal city airport milanese alla capitale domani ci sono 12 voli, erano 18 fino almeno fino al 7 ottobre, ne sono stati cancellati 6. Un biglietto per il volo delle 7 del 15 ottobre oggi si può comprare a 69,98 euro con la tariffa minima, Economy light. C’è stato un aumento di 13 euro rispetto a una settimana fa. La tariffa più cara, Economy classic, costa 144,98 euro, anche questa con un rincaro di 13 euro. L’ultimo volo da Linate a Roma è alle 22, il biglietto comprato oggi ha un costo che va da 328,98 euro a 438,98 euro.

Fiumicino-Linate

Anche in questa tratta ci sono state molte cancellazioni. La programmazione del 15 ottobre mostra 10 voli, erano 17 la scorsa settimana e 11 martedì 12 ottobre. Il primo parte alle 8, il biglietto va da un minimo di 107,02 dell’Economy light a un massimo di 182,02 euro della Flex. Fino al 7 ottobre si comprava il biglietto a un minimo di 59,02 euro, massimo a 139,02. Sul volo delle 18:30 il prezzo minimo è 330,02 euro, il massimo 405,02.

Fiumicino-Londra

C’è un solo volo diretto il 15 ottobre, parte alle 21:35 e arriva a Heathrow alle 23:15. La tariffa va da un minimo di 41,01 a un massimo di 120,01 euro. È invariata rispetto a una settimana fa. Probabilmente c’è poca domanda. Da sabato 16 ottobre c’è un secondo volo diretto, parte da Roma alle 14:10 e arriva a Londra Heathrow alle 16:05. Il biglietto costa da 212,01 a 287,01 euro, solo l’andata, come tutti quelli che citiamo. Lunedì 18 ottobre sullo stesso volo il biglietto costa da 96,01 a 171,01 euro. Non ci sono voli di Ita che consentano di arrivare da Roma a Londra la mattina. Prima delle cancellazioni sarebbe stato possibile facendo scalo a Milano, con il volo delle 6:30, scendendo a Linate e ripartendo con il volo delle 8:25 che arriva a Heathrow alle 9:25. Adesso non è più possibile.

Linate-Londra

Questo volo da Linate a Londra c’è ancora. Un biglietto del 15 ottobre oggi si può comprare a un prezzo minimo di 97,52 euro e massimo di 172,52. La scorsa settimana il minimo era 71,52, il massimo 149,52. Da Linate c’è un secondo volo diretto per Heathrow, parte alle 16:45. Se si compra il biglietto oggi per il 15 ottobre il costo va da un minimo di 307,52 euro a un massimo di 382,52.

Fiumicino-New York, il prezzo è diminuito

Il 4 novembre partirà il primo, e per ora unico, volo intercontinentale di Ita. Alle 10 decolla un Airbus 330 con 250 posti per New York Jfk. Il prezzo del biglietto è diminuito rispetto all’offerta pubblicata fino a pochi giorni fa. Il biglietto meno caro (Economy light) di sola andata costa 248,71 euro, rispetto a 356,67 euro. Anche la classe tariffaria successiva, Economy classic, costa di meno, 343,71 euro rispetto a 451,67. Nelle altre classi tariffarie i prezzi sono invariati: 521,63 euro Economy Flex, 921,71 Premium economy, 1.229,21 il biglietto più costoso (Business flex). Sono terminati i posti di Economy plus e Business classic. Anche per le partenze successive, il 6 e il 7 novembre, ci sono gli stessi prezzi. Ita ha in programma nuove destinazioni negli Stati Uniti. Le prime sono Boston e Miami, ma solo da marzo 2022, come Buenos Aires e San Paolo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti