ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùdistribuzione Gas

Italgas, margini e utili in crescita. Cedola più ricca per gli azionisti

l gruppo chiude il 2019 con tutti gli indicatori in salita. L’ad Gallo: «La trasformazione digitale elemento distintivo dell’azienda»

di Celestina Dominelli

default onloading pic
Italgas, margini e utile in crescita. Cedola più ricca per gli azionisti

l gruppo chiude il 2019 con tutti gli indicatori in salita. L’ad Gallo: «La trasformazione digitale elemento distintivo dell’azienda»


3' di lettura

Italgas arriva al giro di boa dei risultati 2019 con tutti gli indicatori economico-finanziari in crescita e promette ai suoi azionisti una cedola ancora più ricca, a 0,25 euro (il 9,4% in più dell’esercizio precedente). I numeri diffusi dal gruppo guidato da Paolo Gallo registrano così ricavi in crescita del 6,8%, a 1,25 miliardi grazie alla spinta assicurata dal business regolato e dal consolidamento delle ultime operazioni (Toscana Energia), un ebitda adjusted (depurato delle partite straordinarie) in rialzo del 7,8%, a 907,5 milioni, e un ebit rettificato a 516 milioni, in progresso del 13,2 per cento. Sale anche l’utile netto che segna un aumento del 9,4%, a 345,2 milioni e gli investimenti toccano quota 740 milioni (+41,6%) in linea con la strategia voluta dal ceo Gallo che, fin dal suo arrivo alla guida del gruppo, ha voluto spingere per rafforzare la rete di distribuzione e renderla sempre più efficiente e digitalizzata.

Il ceo Gallo: da Italgas un contributo alla transizione energetica
Non a caso, nel commentare i risultati in crescita per il terzo anno consecutivo dal ritorno in Borsa della società, il top manager ha voluto sottolineare come la trasformazione digitale, anche grazie alla messa in pista della Digital Factory, un vero e proprio “laboratorio permanente” di nuove soluzioni all’avanguardia, «è diventata un elemento distintivo della nostra azienda che ci permette di innovare profondamente le modalità di gestione delle reti e dei processi, migliorando la qualità del servizio, l’efficienza operativa oltreché la sostenibilità del business offrendo il nostro contributo alla transizione energetica».

Leggi anche

I numeri della cassa operativa
Tornando ai conti, i fabbisogni connessi agli investimenti del 2019 sono stati coperti dal flusso di cassa positivo da attività operativa (697,2 milioni) con un free cash flow, al netto delle operazioni di M&A (fusioni e acquisizioni), di 106, 5 milioni. Sale, invece, il debito che si attesta a 4,4 miliardi, ma lo scarto rispetto al dato registrato al 31 dicembre 2018 (3,8 miliardi) è da ascriversi agli effetti del primo consolidamento di Toscana Energia (che incide per 436,6 milioni).

La strategia dell’ad: crescita, digitalizzazione ed efficienza operativa
La scelta di Gallo di puntare dunque su un mix strategico fatto di crescita degli asset, di forte accelerazione su innovazione e digitalizzazione e di efficientamento operativo della “macchina” ha pagato, come pure la decisione di irrobustire via via lo sforzo finanziario per rafforzare la rete di distribuzione. I cui numeri aggiornati, resi noti insieme ai risultati, parlano di 933 chilometri di nuove condotte contro i 308 chilometri del 2018. «Il nostro network - ha precisato il ceo - si è esteso di oltre 9mila chilometri grazie agli investimenti e alle acquizioni concluse nel corso dell’anno, incluso il consolidamento di Toscana Energia, che ha apportato al gruppo oltre 8mila chilometri di rete, 109 concessioni e 858mila clienti finali».

La metanizzazione sarda procede come da programmi
La società sta poi procedendo nella metanizzazione della Sardegna secondo i piani tratteggiati dall’ad e con reti completamente digitali: 440 chilometri già posati nel 2019, che portano il totale a 590 chilometri a fronte delle quali sono già superate le 18mila richieste di allacci. Sul fronte dei contatori di ultima generazione (smart meter), il bilancio attuale è di 2,06 milioni di misuratori installati, con l’asticella che, a fine 2019, ha raggiunto i 6,76 milioni (includendo anche il contributo delle società partecipate).

Per approfondire:

Italgas presenta al premier Conte la sua rivoluzione 4.0
Italgas torna in Borsa dopo 13 anni, esordio a quota 4,06 euro

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...