storia, arte, demografia

Italia, in 100 mappe il paese più complicato da descrivere

Il volume di Aurélien Delpirou e Stéphane Morlane, uno storico e un geografo, racconta tutte le contraddizioni del nostro Paese

di Armando Torno

default onloading pic

Il volume di Aurélien Delpirou e Stéphane Morlane, uno storico e un geografo, racconta tutte le contraddizioni del nostro Paese


2' di lettura

Non è facile rispondere alla domanda “Chi sono gli italiani?”, o almeno non è semplice trovare le parole per mettere d'accordo i più. Eppure di fronte a dei dati, per quanto possano essere interpretati o discussi, anche in un Paese di campanili e divisioni come il nostro si riesce a giungere a qualche conclusione.

Per questo vale la pena leggere, meditare o anche semplicemente consultare il libro di Aurélien Delpirou e Stéphane Morlane, uno storico e un geografo, “L’Italia contemporanea in 100 mappe” (edizioni Leg, pp. 168, euro 20).

Loading...

Con strumenti matematici e visualizzazioni grafiche si può meglio conoscere una nazione dalle forti contraddizioni come la nostra.Sono stati tradotti in immagini dati che fotografano l'Italia agli inizi del XXI secolo. Mostrano un Paese soggetto a numerosi vincoli, in balia di pericoli naturali, interessato da diseguaglianze di sviluppo, con nuove povertà, crisi economiche e non soltanto, senza una politica condivisa sull'immigrazione dalle diverse tendenze politiche.

La culla del patrimonio culturale europeo

E questo anche se il Belpaese resta la culla del patrimonio culturale europeo.I due autori, con grafici, dati e mappe, affrontano la “Questione meridionale”, dove evidenziano tra l'altro che il brigantaggio fu il primo sintomo della crisi del Sud; quindi ricordano che l'Italia sta invecchiando (nel 2017 risultava il Paese europeo con più persone oltre i 65 anni); inoltre presentano dei dati sulla fede cattolica. Per esempio, la percentuale di popolazione che va a messa almeno una volta la settimana è più del 40% in regioni come Puglia, Abruzzi o Lombardia, si scende a un 18-19,9% in Toscana. Nel 2015 i matrimoni civili oscillano tra il 40 e il 50% in regioni quali Lombardia, Liguria, Toscana.

Passione per il calcio

Il tasso di disoccupazione dei giovani tra 15 e 24 anni va oltre il 50% in regioni come Campania, Calabria o Sicilia. La fiducia nelle istituzioni nazionali è molto bassa, siamo battuti in Europa soltanto da Spagna e Grecia.Il ritratto prosegue con i dati sul turismo, sulle cucine che risentono (per nostra fortuna) dell'influenza delle regioni; non manca la passione per il calcio. I primi tre club, quelli più popolari, sono Juventus, Inter e Milan; il Napoli è al quarto posto.Sono 130 le mappe che registrano le diverse situazioni e in numerosi casi esse raccontano una storia che dovrà essere ancora scritta. Qualcuno dirà che l'Italia è il Paese più bello del mondo, dopo la lettura di questo libro potrà aggiungere che è anche il più complicato da descrivere.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti