Specializzazione

Italia primo mercato per i francesi Alès

Il gruppo predilige da sempre farmacie e parafarmacie, dove il long (e best) seller è la linea Lierac, che presto entrerà nel make-up

di Si.Pi.


default onloading pic
Lierac sostiene Fondazione ANT Italia Onlus nell'assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore

2' di lettura

È stata tra i pionieri della vendita in farmacia e la scelta ha pagato: oggi l’Italia è il principale mercato per il gruppo francese Alès Groupe (240 milioni di ricavi 2018, quotato a Parigi), dove il prodotto-trainante, lo skincare Lierac, mette a segno i migliori risultati di vendita.

«In nessun Paese al mondo Lierac è forte come in Italia sia per sellout sian come fatturato», sottolinea Filippo Manucci, amministratore delegato della filiale Alès Groupe Italia che, oltre a Lierac, distribuisce i prodotti per capelli Phyto e la linea giovane di skincare Jowaé, nata due anni fa. E che ora vuol ricominciare a crescere.

Dei 45,5 milioni di ricavi italiani 2018, Lierac vale il 70% e ha il core business nei prodotti antietà. «Quest’anno aumenteremo il fatturato del 3% – spiega l’ad – raggiungendo i 47 milioni. Il mercato si sta frammentando e sta diventando sempre più competitivo, c’è un forte bisogno di formazione dei farmacisti e anche l’e-commerce, che pure cresce a ritmi sostenuti, è ancora molto polarizzato, diviso fra una decina di operatori».

La crescita di Alès Groupe punterà poi su allargamenti di gamma: Lierac sta per entrare nel segmento del make-up con una linea di fondotinta che unisce cosmesi e trattamento, con fattore di protezione solare e valenza antietà; Phyto si arricchirà di una linea di integratori antietà che agiscono sugli strati dell’epidermide per combattere la caduta dei capelli nella donna. «Entriamo nel mercato del make-up con un approccio skincare – spiega Manucci – che sfrutta l’heritage e l’expertise del brand in questo campo». I nuovi lanci saranno supportati da investimenti media e marketing che, anche per il 2020, saranno nell’ordine del 20% del fatturato.

Le farmacie (sia quelle tradizionali che le catene in via di espansione) e le parafarmacie continueranno ad essere il canale privilegiato per Alès Group, affiancato dalle vendite online gestite dalle stesse farmacie e parafarmacie (il sito aziendale è usato solo come “faro” della marca e offrono l’opzione clic and collect, compra sul sito e ritira in farmacia). «Il fatturato che passa dall’ecommerce vale il 5-6% ed è in crescita – conclude l’ad – la nostra distribuzione resterà selettiva, affidata a 4mila farmacie e parafarmacie italiane su 18mila».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...