imprese

Italia-Romania, forum in Confindustria con Klaus Iohannis

Il presidente della Romania Klaus Werner Iohannis

2' di lettura

Oltre 120 rappresentanti di imprese, banche e istituzioni italiane hanno preso parte al Business Forum Italia-Romania, in Confindustria, in occasione della visita di Stato in Italia del presidente romeno Klaus Werner Iohannis. Che sottolinea: «L’evento di oggi rappresenta un’ulteriore opportunità per rafforzare la dimensione economica del partenariato tra i nostri paesi all’interno del Mercato Unico Europeo. Il nostro desiderio è di consolidare le esportazioni romene tradizionali sul mercato italiano in settori industriali come automotive, macchinari e apparecchiature elettriche, automazione, industria del tessile e industria dei mobili. Allo stesso tempo, incoraggiamo investimenti in settori
come IT & C, bio-agro-alimentare, turismo o servizi finanziari».

«Incontro molto interessante, che conferma il grande potenziale di una collaborazione rafforzata tra le imprese italiane e quelle romene», sottolinea il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia per il quale «il mercato romeno è centrale per le nostre imprese e vanta delle relazioni ormai consolidate. Infatti, la presenza di aziende italiane che hanno investito e contribuito allo sviluppo economico della Romania è rilevante: con oltre 40.000 imprese presenti siamo il primo paese investitore. L’interlocuzione tra Confindustria Romania - costituita nel 2001 e prima esperienza di Confindustria nell'associazionismo all'estero- e il Governo romeno è costante nell'ottica di consolidare la partnership strategica tra i sistemi industriali dei due paesi».

Loading...

«Voi, imprenditori romeni in Italia - ha aggiunto il presidente romeno Iohannis rivolgendosi direttamente alle imprese presenti - avete un ruolo importante nel portare o nel rimpatriare, per usare un termine adatto a questo contesto, l’esperienza e lo spirito imprenditoriale che avete acquisito qui. Vi invito, dunque, a coinvolgere in questa impresa anche i vostri partner italiani e a diventare così gli “ambasciatori d'affari” della Romania».



Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti