le convocazioni del ct O' Shea

Italia del rugby, cresce il fattore gioventù

di Giacomo Bagnasco

(12386)

2' di lettura

Non siamo ai ragazzi del '99, ma manca pochino. L'Italrugby si ringiovanisce ancora in vista delle prime due partite del Sei Nazioni 2018. “Invitato” al raduno appena concluso a Roma il pilone Marco Riccioni, 21 anni il prossimo ottobre, ha strappato una vera e propria convocazione. Lui resta in un giro azzurro che si riduce a 31 elementi, ridimensionato dagli infortuni di Leonardo Sarto e Fuser nonché dalle rinunce a Tebaldi e Polledri.

Riccioni, l'unico totalmente a digiuno di match con l'Italia dei grandi, è anche il più giovane. Ma è nel complesso che la rosa mostra un alto fattore di “freschezza”, con un'età media inferiore ai 26 anni e poco meno di 21 “caps” a testa. Un dato, questo, che peraltro è fortissimamente influenzato da tre veterani della mischia: avendo collezionato rispettivamente 129, 99 e 89 maglie azzurre, capitan Parisse, Zanni e Ghiraldini mettono insieme da soli 317 presenze su un totale di 648, in pratica appena qualcosa meno del 50% del totale.
Da notare anche che 13 atleti su 31 non hanno mai giocato nel Sei Nazioni e che, facendo un esame ruolo per ruolo, la media più bassa - 5 caps a testa - riguarda proprio i piloni, vale a dire i giocatori cui normalmente si richiede più esperienza.

Loading...

È probabile che il ct Conor O' Shea abbia pensato a una squadra ampiamente rinnovata per i primi due impegni, che nella ripida scala da salire sono addirittura i più difficili, per poi arrivare al mix con cui provare a ottenere qualcosa in termini di risultati. Se effettivamente prevarrà questa scelta abbastanza audace, si porterà a casa il beneficio di avere accumulato un capitale di competenze sul piano internazionale. Solo in un periodo non breve, però, sapremo se ne sarà valsa la pena.

I CONVOCATI AZZURRI
Piloni: Ferrari, Pasquali, Quaglio, Riccioni (Benetton Treviso); Lovotti (Zebre)
Tallonatori: Bigi (Benetton); Ghiraldini (Stade Toulousain); Fabiani (Zebre)
Seconde linee: Biagi (Zebre); Budd, Ruzza, Zanni (Benetton)
Terze linee: Giammarioli, Mbandà (Zebre); Licata (Fiamme Oro); Negri da Oleggio, Steyn (Benetton); Parisse (Stade Francais)
Mediani di mischia: Gori (Benetton); Violi (Zebre)
Mediani di apertura: Allan, McKinley (Benetton); Canna (Zebre)
Centri/ali/estremi: Bellini, Bisegni, Boni, Castello, Minozzi, Padovani (Zebre); Benvenuti, Hayward (Benetton)

IL SEI NAZIONI 2018
Primo turno. Sabato 3 febbraio: Galles-Scozia (ore 15.15); Francia-Irlanda (17.45). Domenica 4: Italia-Inghilterra (16.00)
Secondo turno. Sabato 10 febbraio: Irlanda-Italia (15.15); Inghilterra-Galles (17.45). Domenica 11: Scozia-Francia (16.00)
Terzo turno. Venerdì 23 febbraio: Francia-Italia (21.00, a Marsiglia). Sabato 24: Irlanda-Galles (15.15); Scozia-Inghilterra (17.45)
Quarto turno. Sabato 10 marzo: Irlanda-Scozia (15.15); Francia-Inghilterra (17.45). Domenica 11: Galles-Italia (16.00)
Quinto turno. Sabato 17 marzo: Italia-Scozia (13.30); Inghilterra-Irlanda (15.45); Galles-Francia (18.00)
Tutti i match saranno trasmessi in diretta e in chiaro da DMax, canale 52 del digitale terrestre

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti