il taglio degli onorevoli

Italia seconda in Ue per numero di parlamentari, ma con la riforma scende al 5° posto

di Andrea Marini e Marta Paris


default onloading pic
(ANSA)

2' di lettura

La proposta di legge costituzionale sul taglio di deputati e senatori, approvata da Palazzo Madama in prima lettura, potrebbe cancellare un record dell’Italia in Europa: quello del parlamento più “popolato”. Ad oggi 941 membri (630 a Montecitorio e 315 a Palazzo Madama senza contare i senatori a vita), secondo solo al Regno Unito, che però guida la classifica unicamente per il peso della Camera dei Lord, i cui 792 membri, tuttavia, hanno un status particolare: non sono elettivi, restano in carica a vita e non hanno una retribuzione fissa (ma solo diarie e limitati rimborsi spese).

Gli effetti della riforma
La riforma con il taglio dei parlamentari, se andrà in porto, è destinata a rivoluzionare la classifica. Camera e Senato italiano scenderebbero a 600 seggi (400 Montecitorio e 200 Palazzo Madama), superati, oltre che dal Regno Unito (650 membri della House of Commons e 792 Lord), da Francia, Germania e Spagna e seguiti dalla Polonia: a Parigi siedono 577 deputati all’Assemblea nazionale e 348 senatori, a Berlino il Bundestag è composto da 709 membri mentre il Reichstag da 69; in Spagna invece siedono nel Congreso in 350 e al Senado in 266.

Il nodo della rappresentanza
La classifica si ribalta se si prende in considerazione il parametro della rappresentanza (il numero di parlamentari per 100mila abitanti). L’Italia, già adesso, occupa il 24° posto (un deputato ogni 100mila abitanti) nella graduatoria delle Camere Basse. Con la riforma scenderebbe addirittura all’ultimo posto nella Ue. In questo caso a guidare la classifica sono i piccoli Paesi, come Malta (14,3), Lussemburgo (10) ed Estonia (7,7). Tra i 14 Stati che hanno anche una Camera Alta, ad oggi l’Italia si piazza al 9° posto. E con la riforma diventerebbe penultima a pari merito con la Polonia (0,3 senatori ogni 100mila abitanti) e davanti solo alla Germania (0,1).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...