LA FOTOGRAFIA

Italia terzo partner commerciale in Europa della Corea del Sud

di Andrea Carli

(Bloomberg)

2' di lettura

Mentre la Corea del Nord continua a minacciare quella del Sud con il suo programma nucleare e i test missilistici, Seul non si chiude in se stessa e, soprattutto, non trascura di promuovere rapporti commerciali con gli altri Paesi. L’Italia è tra questi: è il terzo partner in Europa, dopo Germania e Regno Unito. A fotografare lo stato di salute dei rapporti tra i due paesi è stato l’ambasciatore della Repubblica di Corea in Italia Jong-hyun Choi, intervenuto a una conferenza organizzata giovedì a Roma dallo Iai, l’Istituto affari internazionali, dal titolo “K Union. L’Italia e le due Coree. Opportunità e sfide”. L’iniziativa è stata promossa in occasione della “Settimana della cultura coreana in Italia”, che si chiude oggi. L’Italia è passata dal 26esimo posto nella classifica dei fornitori della Corea del Sud (nel 2013) al 19esimo posto di tre anni dopo. Da parte sua Seul è passata dalla 31esima posizione del 2013 alla 25esima del 2016.

Nel 2016 l’interscambio sfiora i nove miliardi (ma è in calo rispetto al 2015)
L’incontro ha fornito l’occasione per raccontare i rapporti tra i due Paesi dal punto di vista commerciale, mentre proseguono da un lato le provocazioni di Kim Jong-un e dall’altro le esercitazioni di Usa e, appunto, della Corea del Sud. «L’Italia è il terzo partner europeo per la Corea con un interscambio commerciale che si avvicina a nove miliardi di dollari - ha ricordato Jong-hyun Choi -. Un partner importante in molte aree strategiche come l’economia, la difesa, la cultura e il turismo». Nel 2016 l’interscambio bilaterale ha raggiunto gli 8,59 miliardi, anche se in calo dell’8,1% rispetto ai 9,35 del 2015. Le esportazioni italiane, pari a 5,4 mld di dollari, hanno fatto registrare una performance in linea con il dato complessivo delle importazioni coreane, essendo diminuite del 6,86% (contro il 6,97% dell'import totale coreano). Più accentuato è stato il calo delle esportazioni coreane verso l’Italia, diminuite del 10,39%. Rimane quindi stabile, e pari a 2,26 mld di dollari, l'avanzo commerciale di cui l'Italia beneficia nei confronti della Corea.

Loading...

Nel 2017 (per la prima volta) oltre un milione di turisti dalla Corea del Sud
«Anche i coreani - ha aggiunto l’ambasciatore di Seul in Italia - apprezzano sempre più l’Italia, tanto che quest’anno, per la prima volta, il numero di turisti coreani in Italia supererà il milione di persone anche grazie ai venti voli settimanali diretti».

Le acquisizioni di gruppi coreani in Italia
Negli ultimi anni ci sono state importanti acquisizioni da parte di gruppi coreani in Italia, in particolare Inox Tech Spa (tubi in acciaio) da parte della coreana Seah Steel Corporation, e C.F. Gomma (componentistica per autoveicoli) da parte della coreana DTR. Significativa è anche la decisione assunta nel luglio 2015 dal National Pension Service (NPS), principale fondo pensionistico coreano, di entrare con 120 mld di euro nel fondo di investimento infrastrutturale italiano F2i.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti