Roma

Italian Council, 2 milioni per l’XI edizione

Lo stanziamento per supportare e promuovere l'arte contemporanea italiana nel mondo attraverso tre tipi d’intervento

di Marilena Pirrelli

4' di lettura

L'XI edizione di Italian Council finanzierà con 2 milioni di euro le azioni di supporto e promozione dell'arte contemporanea italiana nel mondo nel 2022. Il bando promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del Ministero della Cultura ha l’obiettivo di sostenere le ricerche, le pratiche e le produzioni artistiche italiane a livello internazionale, la costruzione di reti internazionali e lo sviluppo delle carriere di artisti, curatori e critici a contatto con le migliori realtà del mondo. «Italian Council ritorna nel 2022 come il principale strumento per la promozione internazionale degli artisti italiani, attraverso il sostegno alla realizzazione di mostre all'estero, alla partecipazione alle manifestazioni di maggiore rilievo, allo sviluppo dei talenti con residenze artistiche nelle migliori istituzioni accreditate» spiega il Ministro della Cultura Dario Franceschini.
«La nuova edizione dell'Italian Council dà maggiore rilievo all'internazionalizzazione e alle produzioni artistiche con lo scopo preciso di incoraggiare le ricerche e le pratiche che indaghino le contaminazioni e i confini tra i linguaggi, con il fine specifico di promuovere a livello internazionale il lavoro e le sperimentazioni di artisti e ricercatori visivi italiani o che operano in Italia» afferma il Direttore Generale Creatività Contemporanea Onofrio Cutaia. Il bando nel 2017 per finanziare progetti presentati da artisti italiani, curatori, critici, musei, enti pubblici e privati senza scopo di lucro, istituti universitari, fondazioni e associazioni culturali non profit provenienti da tutto il mondo, nel 2019 ha ampliato il suo raggio d'azione
finanziando residenze all'estero e progetti finalizzati alla realizzazione di mostre
monografiche presso istituzioni culturali straniere o progetti editoriali dedicati all'arte
contemporanea italiana. Ogni progetto deve necessariamente prevedere la
collaborazione con realtà culturali internazionali e/o una fase di promozione all'estero per cui può essere chiesto un finanziamento pari all'80% dell'importo totale, con un tetto massimo che varia in base alla tipologia del progetto presentato.

Dal 2017 al 2021 si sono svolte 10 edizioni dell’Italian Council e sono stati stanziati 12.357.805 euro complessivi di finanziamento, le candidature provenienti da tutto il mondo sono state 642 e i progetti vincitori 147, 90 le nuove produzioni e le acquisizioni per i musei italiani; 48 tra mostre, partecipazioni a biennali, triennali, festival, mostre collettive, pubblicazioni internazionali e residenze e 9 le borse di studio assegnate a partire dall'ultimo bando.

Loading...

Gli interventi

Ora l’XI bando opera su tre ambiti di intervento, suddivisi in otto azioni:

1) Committenza internazionale e acquisizione di nuove opere per i musei pubblici italiani.
Le proposte potranno riguardare: la produzione – anche in occasione di residenza e/o mostra – di un progetto artistico di un artista italiano o residente in Italia vivente e relativa promozione e valorizzazione; l'acquisizione, promozione e valorizzazione dell'opera di un artista italiano o residente in Italia vivente o non più vivente, purché realizzata negli ultimi 50 anni. Lo scopo è creare reti internazionali per promuovere e sostenere la ricerca, la pratica e la produzione artistica italiana di artisti di tutte le generazioni, con particolare attenzione agli artisti emergenti e ai mid-career. Inoltre, attraverso le acquisizioni, il bando permette l'incremento del patrimonio pubblico di arte contemporanea italiana anche con opere prodotte negli ultimi 50 anni. Il bando incoraggia progetti che lavorino su tutte le espressioni dell'arte visiva contemporanea, con particolare attenzione alle contaminazioni e alle indagini sui confini tra linguaggi con il fine di diffondere a livello internazionale le metodologie e le pratiche italiane. Le opere prodotte o acquisite andranno a incrementare le collezioni di musei statali, regionali, provinciali e civici italiani. Ogni progetto dovrà necessariamente prevedere una fase di presentazione del lavoro all'estero, attraverso esposizioni, presentazioni o talk in una istituzione pubblica o privata non profit attiva nell'ambito dell'arte contemporanea. La scadenza delle domande è il 31 luglio.

2) Promozione internazionale di artisti, curatori e critici italiani all’estero.
Le proposte potranno riguardare mostre monografiche presso istituzioni internazionali al fine di dare la possibilità agli artisti italiani viventi di farsi conoscere o di affermarsi a livello internazionale. La partecipazione a manifestazioni internazionali per sostenere la presenza italiana negli appuntamenti rilevanti dell’arte contemporaneo come ad esempio biennali, triennali, festival, occasione di visibilità internazionale. In tal caso l’Italian Council potrà finanziare la partecipazione di un artista italiano così come la sua partecipazione a un evento collaterale di tali manifestazioni, purché inserito nella programmazione ufficiale.
Il bando sostiene anche istituzioni che invitano critici o curatori italiani come guest curator di mostre o rassegne internazionali. Inoltre, il bando sostiene eventi collaterali – mostre di presentazione, pubblicazioni, public program – all'acquisizione di opere d'arte di artisti italiani da parte di musei stranieri.
Infine, attraverso il finanziamento di progetti editoriali, Italian Council valorizza e promuove a livello internazionale l'arte italiana degli ultimi 50 anni. I progetti editoriali sono un'occasione per far conoscere al mondo artisti, protagonisti, vicende peculiari e problematiche dell'arte italiana contemporanea. Per questo motivo i progetti dovranno garantire una promozione e diffusione editoriale internazionale adeguata dei libri prodotti (editori internazionali, diffusione in biblioteche specializzate, book launch). La scadenza per la presentazione delle domande è il 23 giugno 2022.

3) Lo sviluppo dei talenti prevede due tipologie di borse (grant): la prima borsa è destinata a sostenere residenze di ricerca all'estero presso istituzioni accreditate, finalizzate allo sviluppo professionale di artisti, curatori e critici di tutte le età; la seconda borsa è destinata al supporto della pura ricerca artistica, critica e curatoriale in prospettiva internazionale, con particolare riguardo alle giovani generazioni e agli artisti, curatori e critici emergenti. La scadenza prevista è il 21 maggio.

Come candidarsi

Le candidature potranno essere inviate esclusivamente tramite il PORTALE BANDI della Direzione Generale Creatività Contemporanea in base alle scadenze dei singoli ambiti di intervento, seguendo le indicazioni presenti nel bando e nel portale stesso.

• Dal 21 aprile al 21 maggio 2022, alle ore 16 - per l’Ambito 3 - Sviluppo dei talenti.
• Dal 22 maggio al 23 giugno 2022, alle ore 16 – per l'Ambito 2 – Promozione internazionale di artisti, curatori e critici.
• Dal 30 giugno al 31 luglio 2022, alle ore 16 – per l'Ambito 1 – Committenza internazionale e acquisizione di opere d'arte.
Il bando Italian Council XI sarà attivo sul portale bandi della Dgcc a partire dal 21 aprile.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti