ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFOOD

Italian Wine Brands dribbla la pandemia, la cedola torna ai livelli pre-Covid

Ricavi in aumento del 29,7% a 204,3 milioni grazie alla spinta dell’e-commerce (+74%), oltre che del canale wholesale (+24%) - Accantonata la prudenza sulla politica di remunerazione, dividendo integrativo di 40 centesimi in aggiunta ai 10 già deliberati

di Matteo Meneghello

default onloading pic
(UMB-O - stock.adobe.com)

Ricavi in aumento del 29,7% a 204,3 milioni grazie alla spinta dell’e-commerce (+74%), oltre che del canale wholesale (+24%) - Accantonata la prudenza sulla politica di remunerazione, dividendo integrativo di 40 centesimi in aggiunta ai 10 già deliberati


3' di lettura

La crisi pandemica dell’Ho.Re.Ca lascia indenne Italian Wine Brands, che sfrutta il buon posizionamento nei canali della Gdo e della vendita diretta, chiudendo l’anno con una crescita dei ricavi del 29,7%, a quota 204,3 milioni di euro. Risultati che si accompagnano alla decisione dell’assemblea di distribuire un dividendo integrativo di 40 centesimi per azione (in aggiunta ai 10 centesimi già distribuiti quest’anno), confermando così le intenzioni del Cda a marzo.Il titolo, quotato sull’Aim, ieri...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti