FORMAZIONE

Italmopa, nasce a Parma il nuovo corso per tecnici dell’industria molitoria

Partirà ad ottobre l'offerta formativa innovativa per una filiera, quella del grano duro, dove mancano figure altamente specializzate

di Maria Teresa Manuelli

(Adobe Stock)

2' di lettura

Una nuova scuola permanente per tecnici dell'industria molitoria prenderà avvio da ottobre a Parma. L'iniziativa è promossa da Italmopa (Associazione Industriali Mugnai d'Italia), Antim (Associazione Nazionale Tecnici Industria Molitoria), Unione Parmense degli Industriali e Università degli Studi di Parma. Il progetto, che vede Cisita Parma quale ente di formazione accreditato scelto per la realizzazione delle attività, mira ad avviare e consolidare entro il 2021 un'offerta formativa innovativa e professionalizzante, dedicata alle tecnologie di prodotto e di processo e ai modelli organizzativi e gestionali dell'industria molitoria, rivolta sia a giovani e adulti interessati a fare il loro ingresso in questo mondo professionale, sia alle persone già occupate in tale ambito industriale in un'ottica di aggiornamento continuo.

Primo passo in questa direzione è il corso “Tecnologia & Merceologia Molitoria. Processi, Diagrammi, Prodotti”, organizzato da Cisita Parma, con lezioni in aula presso la sede dell'Unione Parmense degli Industriali e visite didattiche agli impianti industriali della zona (compatibilmente e nel rispetto della normativa anti-Covid19).

Loading...

Progettato con l'obiettivo di fornire conoscenze e competenze aggiornate sulla tecnica e tecnologia molitoria, questo percorso formativo è rivolto a direttori tecnici, responsabili di produzione, professionisti, con specifica esperienza nel settore, oltre che a docenti e ricercatori universitari che andranno a costituire parte del corpo docente di riferimento per le future attività formative della stessa scuola di specializzazione per tecnici dell'industria molitoria. Un'attività formativa di respiro nazionale, che prevede il coinvolgimento dei massimi esperti del settore e contempla anche la possibilità, offerta ai professionisti interessati, di seguire le lezioni d'aula in videoconferenza, ampliando così la fruizione potenziale dello stesso percorso didattico.Diversi gli argomenti trattati, dalle tecnologie e diagrammi di macinazione del grano duro e del grano tenero alle tecniche di insilaggio, dalla merceologia dei cereali alla biotecnologia, chimica e analisi dei processi di farine e impasti (iscrizioni entro il 14 settembre 2020).

Mancano figure specializzate

«Nella filiera del grano duro le industrie molitoria e pastaria italiane sono le più importanti a livello mondiale: oltre il 60% della pasta prodotta in Italia viene esportata – dichiara Cosimo De Sortis, presidente di Italmopa –. La volontà di promuovere la creazione di una nuova scuola permanente per tecnici dell'industria molitoria nasce da un concreto fabbisogno presente e, soprattutto, futuro di figure tecniche e professionali altamente specializzate». Da un lato, infatti, le imprese del comparto manifestano un tangibile fabbisogno professionale, attuale e di prospettiva, per figure specializzate nella gestione dei principali reparti che costituiscono il molino, dall'altro a loro volta i tecnici e i professionisti dell'arte bianca attualmente impiegati nelle imprese di riferimento necessitano di programmi di aggiornamento continuo. «A questo quadro – conclude De Sortis – si aggiunge il fatto che non risultano regolarmente disponibili o accessibili sul territorio italiano occasioni di formazione in grado di corrispondere ai fabbisogni segnalati, elemento che ha indotto la stessa Italmopa a promuovere questo percorso mirato».


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti