ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAlta formazione

Its Academy al debutto con nuovi indirizzi e il pieno di studenti

di Claudio Tucci

 Gli Its lombardi si confermano apripista: hanno anticipato la riforma approvata a luglio dal Parlamento

4' di lettura

Gli Its lombardi si confermano “apripista”, e, assieme alla Regione, anticipano la riforma approvata a luglio dal Parlamento (che va però completata dal governo con 19 provvedimenti attuativi, ndr). «A metà ottobre partiranno 12 nuovi corsi da 25-30 studenti, 3 in più dello scorso anno formativo - racconta Raffaele Crippa, direttore dell’Its Lombardia Meccatronica, un’eccellenza in Italia nella specializzazione dei tecnici per Industria 4.0 -. In tutto ospiteremo oltre 300 nuovi ragazzi. Dei tre nuovi percorsi, sempre biennali, uno è altamente innovativo, e formerà tecnici superiori per la gestione dell’industria di processo. Gli altri due formeranno esperti di meccatronica industriale, ma in due nuove sedi, una in provincia di Varese, l’altra vicino a Como». Per l’Its Lombardia Meccatronica il link con le imprese, fin dalla fase di progettazione dei corsi, è il fiore all’occhiello: con la Fondazione, presieduta da Monica Poggio, ad di Bayer Italia, collaborano circa 500 aziende; quelle socie sono 106. Oltre il 65% della docenza proviene dal mondo del lavoro, e le ore in formazione “on the job” sono almeno il 40% del monte ore complessivo di ogni singolo percorso. Non stupisce, quindi, che il successo occupazionale sfiori il 100%. «Grazie anche alle scelte di Regione Lombardia abbiamo deciso di accelerare nell’obiettivo Pnrr (forte incremento del numero di studenti iscritti negli Its Academy, ndr) - ha aggiunto Crippa -. Un’altra novità assoluta è la realizzazione del primo campus Its lombardo che sorgerà in Mind (ex area Expo), dove sarà realizzato anche un laboratorio condiviso per Industria 4.0. Questo progetto ci vede al fianco di altri tre Its storici lombardi, l’Angelo Rizzoli, il Tech Talent Factory, e l’Its Mobilità sostenibile di Bergamo».

La Lombardia ha 25 Fondazioni Its, praticamente in tutti gli ambiti tecnologici previsti dalla normativa, con circa 5mila iscritti (in tutt’Italia gli studenti sono 21.253). Qui è fortissimo il link con il sistema imprenditoriale; e il tasso di occupazione medio regionale a un anno dal titolo lo dimostra: 79% (fonte Indire), con picchi del 90-100% in diverse realtà. Con la riforma il fondo statale sale, strutturalmente, a 48,3 milioni l’anno; e il Pnrr stanzia 1,5 miliardi aggiuntivi con l’obiettivo di almeno raddoppiare, da Milano a Palermo, gli iscritti a questo segmento di formazione terziaria subito professionalizzante non accademica.

Loading...

E qui, in Lombardia, si è già “sul pezzo”. All’Its Cremona, un’altra eccellenza formativa nel campo delle nuove tecnologie per il Made in Italy, con l’autunno arriverà il raddoppio dei nuovi studenti. «Da un corso passiamo a due - ha sottolineato il presidente della Fondazione, Corrado La Forgia, che è anche ad della Bosch - Vhit spa, e vice presidente di Federmeccanica per la Transizione tecnologica ed ecologica -. In tutto ospiteremo una cinquantina di nuovi giovani. Il nuovo corso, a Brescia, specializzerà talenti nella progettazione delle strutture digitali per la comunicazione (oggi in Italia manca una cultura del dato); e si affiancherà al corso più tradizionale sulla meccatronica. Il nostro obiettivo è costruire un ponte tra formazione e mondo del lavoro, che aiuti i ragazzi a entrare in contatto e specializzarsi sulle tecnologie abilitanti, dall’internet delle cose all’intelligenza artificiale, solo per fare degli esempi, oggi quanto mai fondamentali e trasversali in tutta l’industria. I nostri corsi sono di 2mila ore, di cui 960 di pratica sul campo e nei laboratori d’avanguardia. Oltre il 70% della docenza proviene dal mondo delle imprese. Il tasso di occupazione dei nostri studenti sfiora il 90%, e tutti gli impieghi sono coerenti con il percorso formativo svolto. Voglio mandare un messaggio a famiglie e ragazzi: scegliere oggi un Its Academy è una scelta vincente perché consente agli studenti di acquisire elementi in più per conquistare un lavoro di qualità, e in prospettiva di accelerare la carriera. Inoltre non bisogna più pensare alla fabbrica come un luogo scuro, rumoroso e sporco. Le nuove tecnologie l’hanno cambiata profondamente con tanti investimenti anche a favore del benessere umano. E questo favorisce, e tanto, anche la diversità di genere. Oggi la fabbrica non è più un tema per soli uomini. Anzi».

Un’altra eccellenza del territorio è l’Its Machina Lonati, apripista della formula Its in Italia nei primi anni 2000, che specializza talenti in tre aree core: comunicazione e marketing, design, moda. «A ottobre/novembre partiremo con 11 corsi, di cui uno monoaziendale con Lidl interamente in apprendistato, quattro in più dello scorso anno - ha detto il vice presidente del Machina Lonati, Giovanni Lodrini, che è anche Ceo del Gruppo Foppa, una realtà formativa all’avanguardia con 5mila studenti e 800 dipendenti, che copre tutta la filiera formativa dall’asilo alla formazione permanente continua -. Nel 2021/22 abbiamo avuto un incremento del 31% degli studenti Its, e abbiamo raggiunto quota 350. Quest’anno, secondo le nostre previsioni, supereremo i 500. Collaboriamo con oltre 3mila imprese, fin dalla fase della co-progettazione dei percorsi, e il 92% della docenza proviene dal mondo del lavoro. Il tasso d’occupazione da noi è intorno al 90%. Mando un messaggio al governo: nell’attuare la riforma e il Pnrr ascolti gli Its, abbiamo bisogno di volare alto, e non di essere imbrigliati in nuova burocrazia».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti