OCCUPAZIONE

ITS a segno con il progetto Assolombarda-Jp Morgan Chase

di Luca Orlando

default onloading pic
(Fotogramma)


2' di lettura


Trenta su 38 subito assunti. È il risultato dei tre corsi di Istruzione Tecnica Superiore relativi meccatronica, chimica e turismo, avviati tra novembre e dicembre del 2016 e appena conclusi. Le attività, che rientrano nel progetto “Focus on youth: develop ITS employability”, sono state promosse da Assolombarda attraverso le Fondazioni ITS del territorio di cui l'Associazione è socio fondatore (ITS Lombardia Meccatronica e ITS Nuove Tecnologie della Vita) e con cui ha collaborazioni strutturate (ITS Innovaturismo).

Dei 38 giovani che hanno conseguito il diploma ITS, 30 hanno dunque trovato lavoro immediato al termine del percorso: 13 con contratto a tempo indeterminato, 8 a tempo determinato, 3 in apprendistato, 1 a progetto, 4 in stage extracurriculare, 1 in apprendistato di ricerca.

Il progetto, realizzato con il supporto finanziario di Fondazione JP Morgan Chase, è nato con l'obiettivo di individuare i modelli didattici e la tipologia di partnership più idonea a coinvolgere le imprese nella realizzazione di percorsi ITS autofinanziati, così da favorire nei giovani lo sviluppo delle competenze richieste dal mondo del lavoro e rafforzare l'occupabilità degli studenti.

«Questa collaborazione - spiega Mauro Chiassarini, Vicepresidente Assolombarda con delega alle Politiche del Lavoro, Sicurezza e Welfare – rappresenta un'esperienza innovativa sia perché i corsi sono stati realizzati senza risorse pubbliche e sia per il coinvolgimento delle aziende nella realizzazione dei percorsi formativi, attraverso le lezioni in aula e l'inserimento degli studenti in apprendistato di terzo livello già a partire dal secondo anno. Ora occorre investire più risorse negli ITS, che oggi rappresentano l'esperienza più compiuta di modello ‘duale', per renderli qualificate alternative alle università e coinvolgere sempre più imprese. Il costo della formazione si traduce spesso in un vantaggio competitivo per le aziende, che possono contare su giovani già preparati per il lavoro a conclusione del percorso di studio. Gli ITS hanno dimostrato di poter giocare un ruolo decisivo alla luce degli ottimi risultati occupazionali riscontrati con oltre l'80% dei giovani che, a 12 mesi dal diploma, trova lavoro».


«Siamo molto orgogliosi di avere sostenuto questa iniziativa – ha commentato Francesco Cardinali, Senior Country Officer di J.P.Morgan in Italia –. I risultati conseguiti dimostrano che una collaborazione fattiva tra le imprese e la scuola contribuisce a chiudere il gap di competenze che affligge la nostra economia, creando le professionalità necessarie alle aziende e aumentando le possibilità di impiego per i più giovani».

Più di 30 aziende hanno partecipato al progetto, contribuendo alla progettazione e alla formazione in aula e ospitando gli studenti in tirocinio e in apprendistato. Dodici giovani, tra i più meritevoli, hanno sottoscritto un contratto di apprendistato già durante il secondo anno di corso; 21 sono stati assunti dalla stessa azienda presso cui hanno svolto il periodo di stage-apprendistato e la totalità degli studenti ha svolto un periodo di stage in azienda.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti